Punto ristoro sociale “San Lorenzo” non solo 75 pasti giorno si accoglie

Punto ristoro sociale “San Lorenzo” non solo 75 pasti giorno si accoglie
TAVOLA IMBANDITA

Punto ristoro sociale “San Lorenzo” non solo 75 pasti giorno si accoglie

Una giornata di festa e di incontro, domenica 27 settembre, si appresta a vivere il Punto di ristoro sociale Comune-Caritas “San Lorenzo” in Perugia, in occasione dei suoi primi sette anni di attività.

A mezzogiorno si daranno appuntamento, nella piazzetta della chiesa del Carmine davanti all’antico Oratorio dei Santi Simone e Giuda Taddeo (sede del Punto di ristoro), i fruitori abituali insieme ai volontari Caritas per un “aperitivo” e poi pranzare, alle ore 12.45, nell’accogliente ambiente di quest’oratorio, ormai noto come la “Mensa San Lorenzo”. Se il meteo lo permetterà non è da escludere in piazzetta anche il pranzo.

All’interno dell’oratorio la grande tavolata è apparecchiata ogni giorno con cura e rende l’idea del clima familiare del luogo, dove non vengono solo distribuiti 75 pasti caldi, ma si accoglie, si ascolta e si aiuta chi è in difficoltà. Nelle attività di carattere sociale della “Mensa San Lorenzo” si lasciano coinvolgere gli abitanti del quartiere del Carmine. «Anche a tutti loro – spiega la responsabile Stella Cerasa – è rivolto l’invito a trascorrere insieme questa domenica.

E’ un modo per ricambiare la simpatia provata da non pochi perugini per questa opera socio-caritativa della Chiesa diocesana realizzata in collaborazione con il Comune di Perugia e inaugurata nell’autunno del 2008».

«Ormai siamo un tutt’uno, come in famiglia – commenta Stella Cerasa –, non c’è più distinzione tra operatori-volontari, che accolgono, abitanti del quartiere, che ci fanno visita, e ospiti, che giungono perché in difficoltà. I problemi gravi di questi ultimi, per mantenere un ambiente più sereno possibile, non li affrontiamo a tavola, come nella famiglia tradizionale ci sono difficoltà che non possono essere discusse davanti ai figli. E’ bello sapere di poter contare anche sul sostegno di tanta gente della città, che è amica della “Mensa San Lorenzo”. Parliamo di un luogo – forse anche per il fatto di essere accanto alla chiesa del Carmine, un tempo tra le più frequentate del centro storico dai perugini -, che porta molte persone a condividere le nostre giornate e ad animare un quartiere che negli ultimi anni sta riprendendo la sua vitalità».

A rendere più festosa la giornata del 27 settembre alla “Mensa San Lorenzo”, sarà il gruppo degli amici musicisti del complesso “Lybra”, che allieterà i commensali con tanti brani di buona musica a richiesta. Nel pomeriggio le note del “Lybra” si alterneranno a momenti di presentazione delle finalità del Punto di Ristoro e delle sue attività ed iniziative promosse durante l’anno dai volontari Caritas insieme agli ospiti e alle famiglie del quartiere.

Punto ristoro sociale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*