Perugia, la ‘seconda’ del cortometraggio “Alla luce dei tuoi occhi”

Dopo il grande successo ottenuto il 21 novembre scorso, il cortometraggio “Alla Luce dei Tuoi Occhi”, ispirato all’omonimo libro di suor Roberta Vinerba edito da Cittadella, sarà nuovamente proiettato venerdì 8 maggio, alle ore 20.45, presso la Sala Giovanni Paolo II dell’Oasi della parrocchia Sant’Antonio in Perugia (via canali 14, zona Fontivegge). Una serata di non solo cinema, dove saranno presenti la troupe e l’autrice per condividere con il pubblico l’esperienza della realizzazione del cortometraggio.

La serata, aperta a tutti, è ad ingresso gratuito, ma per ragioni organizzative è necessario prenotare il proprio posto tramite l’Ufficio diocesano per la pastorale giovanile (Centro Mater Gratiae, 075 5750391 mattina 9:00 – 13:00, pomeriggio 15:00-18:30).

Il progetto di questo cortometraggio è nato da un’idea di Nicolò Cesaroni, laureato in Mediazione Linguistica, che ha voluto raccontare due storie vere di giovani alla prese con la gioia e la sofferenza, giovani che incontrano l’amore negli occhi di qualcuno che sa guardarli davvero.

Il cortometraggio ha coinvolto un centinaio di giovani pronti a mettere a frutto i loro “talenti” maturati in oratorio, a scuola, all’università … Si è costituita un’equipe impegnata in tutte le fasi di realizzazione: la scrittura della sceneggiatura, i casting, le prove, scelta della location, le riprese, il montaggio e la produzione finale.

I giovani hanno svolto il loro ruolo di attori protagonisti e non, comparse, operatori di regia e scenografia, cameraman e tecnici, realizzando, dopo un anno e mezzo di riprese a Perugia, un cortometraggio di 27 minuti. Altro aspetto da non trascurare del progetto, è quello di aver realizzato un’opera comunicativa importante e di qualità con pochi mezzi e risorse (sono stati spesi appena 1.500 euro), che ha visto anche molta disponibilità, generosità e gratuità contribuendo a rilanciare tra i giovani e non solo, lo spirito del volontariato.

Il film “Alla luce dei tuoi occhi” è una grande cosa creata con poco, ma fatta con amore e con passione, quelle che nascono negli oratori e nei luoghi sani di aggregazione delle future generazioni, e non può non essere presa di esempio anche da chi è chiamato a mettere in campo progetti inerenti alle “politiche giovanili”. Al riguardo, è da apprezzare il sostegno che questo progetto ha ricevuto dall’Università italiana per Stranieri, dal Comune di Perugia, dall’Associazione Onlus “Perugia per i Giovani” e dall’Ufficio diocesano per la Pastorale giovanile.

La sua ‘seconda’ proiezione, ospitata nella Sala Giovanni Paolo II dell’Oasi di Sant’Antonio che si presta molto a questo genere di eventi, ha l’obiettivo di far conoscere anche la “passione” delle giovani generazioni per le cose belle che li fanno crescere a livello umano e spirituale attraverso l’“arte del cinema”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*