Perugia: Festa d’estate dei volontari dell’“Emporio della Solidarietà”

Sabato 4 luglio, a partire dalle ore 18.30, tutti i volontari dell’“Emporio della Solidarietà” si ritroveranno al “Villaggio Sorella Provvidenza” in Perugia, dove ha sede lo stesso “Emporio”, per la loro Festa d’estate insieme agli ospiti e operatori di questa struttura di accoglienza della Caritas diocesana. Nell’occasione si traccerà un “bilancio” dei primi dieci mesi di attività dell’“Emporio”, in attesa del prossimo 8 settembre, giorno in cui ricorre l’anniversario della sua inaugurazione. Sono previsti un centinaio di partecipanti, i quali, oltre a ricevere dalla direttrice della Caritas, Daniela Monni, e dal condirettore, il diacono Giancarlo Pecetti, il saluto di benvenuto e i ringraziamenti per l’opera svolta, saranno presentati i “frutti del loro lavoro” (a cura del responsabile dell’“Emporio”, Alfonso Dragone) e i “programmi futuri”, tra cui il “recupero degli sprechi alimentari”, come esorta a fare papa Francesco. L’incontro si concluderà con un’agape fraterna preparata dagli operatori e ospiti del “Villaggio”.

Dati significativi dei primi dieci mesi dell’“Emporio” sono le 400 tessere di accesso rilasciate ad altrettante famiglie in difficoltà, delle quali il 20% circa sono italiane, soprattutto il quantitativo di prodotti alimentari a breve e lunga scadenza e per l’igiene intima e la casa. Dal 9 settembre 2014 (giorno dell’apertura) al 30 giugno 2015 sono pervenute all’“Emporio” più di 77 tonnellate di prodotti, delle quali oltre 58 nei primi sei mesi del 2015. Numerosi sono stati i benefattori, dai privati cittadini alle comunità parrocchiali, dalle Istituzioni civili e religiose alla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, agli istituti di credito.

Tra questi ultimi segnaliamo la benemerita iniziativa di Banca Etruria, che ha convolto i suoi dipendenti, gli ex colleghi in pensione e il personale di tutte le società del Gruppo bancario, in una gara di solidarietà che ha consentito all’Istituto di credito di dare un contributo concreto alla bella realtà dell’“Emporio” della Caritas di Perugia. Nel corso delle passate festività natalizie, gli ex dipendenti hanno rinunciato alla consueta “strenna natalizia”, mentre i dipendenti hanno donato il corrispettivo economico di una o più ore del proprio lavoro, permettendo di acquistare oltre tre tonnellate di generi alimentari a lunga scadenza da destinare alle famiglie in difficoltà economiche. Si tratta di generi alimentari di qualità in scatola, pasta, olio, prodotti farinacei, formaggi stagionati, latte e budini donati all’“Emporio” nelle scorse settimane grazie anche alla collaborazione delle aziende produttrici, anch’esse sensibilizzate a sostenere quest’iniziativa. I fornitori sono stati individuati tra le aziende di eccellenza dei vari territori serviti dall’Istituto di credito in modo da assicurare, oltre alla qualità dei prodotti, anche un ritorno immediato sui sistemi economici di riferimento.

La direzione della Caritas diocesana, nell’esprimere il più vivo e sentito ringraziamento a quest’istituto di credito per aver scelto come realtà beneficiaria della sua iniziativa di solidarietà 2015 l’“Emporio” del “Villaggio Sorella Provvidenza”, auspica che altre realtà bancarie ed imprenditoriali, possano seguire l’esempio di Banca Etruria, sensibile a quanti si trovano a vivere una situazione di sofferenza umana e materiale accentuata dalla crisi in atto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*