Perugia, cinque incontri su Il Vangelo della vita, gioia per il mondo

Con iniziative dal 1 all'8 febbraio

Perugia, cinque incontri su Il Vangelo della vita, gioia per il mondo

PERUGIA – Un ciclo di cinque incontri caratterizzerà la 40a Giornata nazionale per la Vita nell’Archidiocesi di Perugia-Città della Pieve, promosso dall’Ufficio per la pastorale familiare e dal Movimento per la vita (Mpv), che la Chiesa celebra domenica 4 febbraio. Tema centrale degli incontri, in calendario dal 1 all’8 febbraio, è “Il Vangelo della vita, gioia per il mondo”, titolo del messaggio che i vescovi italiani hanno voluto diffondere quest’anno, ricordando come «la gioia che il Vangelo della vita può testimoniare al mondo è dono di Dio e compito affidato all’uomo; dono di Dio in quanto legato alla stessa rivelazione cristiana, compito poiché ne richiede la responsabilità».

La 40a Giornata per la Vita, come gli stessi vescovi italiani evidenziano nel loro messaggio, è dedicata, oltre alla vita nascente, a ricordare il dramma dell’aborto, la violenza sulle donne, condannando ogni forma di aggressione che esse subiscono, ai poveri e ai migranti, denunciando l’indifferenza della società nei loro confronti, agli anziani, ai malati e ai disabili segnati da un’estrema fragilità. «Solo una comunità dal respiro evangelico – si legge nel messaggio dei vescovi – è capace di trasformare la realtà e guarire dal dramma dell’aborto e dell’eutanasia».

Domenica 4 febbraio (ore 17.30), presso la chiesa del Complesso interparrocchiale San Pio da Pietrelcina in Castel del Piano di Perugia, si terrà la celebrazione eucaristica presieduta dal vescovo ausiliare mons. Paolo Giulietti, al cui termine una donna porterà la sua testimonianza di una difficile gravidanza giunta al termine nell’aver dato alla luce il suo bambino. Altri quattro incontri saranno occasioni di riflessione di questa 40a Giornata.

Giovedì 1 febbraio (ore 20.45), presso la Parrocchia di San Barnaba di Perugia si terrà un incontro sul tema: “Charlie Gard: la speranza, un rischio da correre” in cui la relatrice Assuntina Morresi condurrà una riflessione sulla triste vicenda del bambino inglese di pochi mesi affetto da una patologia.

Venerdì 2 febbraio (ore 21), sempre presso la Parrocchia di San Barnaba, mons. Paolo Giulietti condurrà una testimonianza sul tema “Migranti e richiedenti asilo un’esperienza di accoglienza”.

Sabato 3 febbraio (ore 21), presso la chiesa  dell’Ospedale “Santa Maria della Misericordia” di Perugia, si terrà l’adorazione eucaristica animata dal Rinnovamento nello Spirito della comunità parrocchiale di Prepo.

Giovedì 8 febbraio (ore 20.45), a Castiglione del Lago (Pg), presso la “Casa del giovane”, sarà riproposto l’incontro perugino sulla vicenda del piccolo Charlie Gard.

Oltre a questi appuntamenti in cui si vuole richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica sui temi mai scontati della tutela della vita umana, specie quando si trova in condizioni di fragilità, il Movimento per la Vita in varie città dell’Umbria proporrà iniziative di sensibilizzazione.

A Perugia, come di consueto, in oltre quaranta comunità parrocchiali saranno presenti i volontari del sodalizio per la vita che distribuiranno piantine e materiale informativo sulle attività di sostegno alla vita, raccogliendo contributi in denaro per supportare le varie attività, in primis quella dell’“Aiuto alla vita” (Progetto Gemma) rivolta alle donne che decidono di portare al termine la gravidanza nonostante una difficile situazione anche di natura materiale (Info su: www.mpvumbria.org).

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*