Papa Francesco telefona monsignor Boccardo, porta mia vicinanza e preghiera ai terremotati

Il Pontefice, inoltre, si è detto addolorato per il crollo di tanti edifici sacri

Papa Francesco telefona monsignor Boccardo, porta mia vicinanza e preghiera ai terremotati

Papa Francesco telefona monsignor Boccardo, preghiera per terremotati NORCIA – Alle 17.42 di mercoledì 2 novembre Papa Francesco ha telefonato all’Arcivescovo di Spoleto-Norcia, mons. Renato Boccardo, per portare la sua vicinanza alle popolazioni della Valnerina colpite dal terremoto del 26 e del 30 ottobre. Il Presule si trovava a Norcia per la visita del Presidente della Repubblica Sergio Matterella alle zone colpite dal sisma dell’Umbria e delle Marche. «Ho illustrato al Santo Padre – riferisce mons. Boccardo – le difficoltà e la paura della gente, che è senza casa né certezze e da oltre due mesi convive col terremoto, e la grave perdita del patrimonio di fede e di arte delle nostre valli.

Francesco – prosegue – mi ha assicurato preghiere per la nostra gente e mi ha chiesto di portare a tutti la sua benedizione.

Il Pontefice, inoltre, si è detto addolorato per il crollo di tanti edifici sacri, simboli della fede e dell’identità di un popolo». L’Arcivescovo Boccardo e l’intera Chiesa diocesana di Spoleto-Norcia sono riconoscenti al Papa per questa ulteriore prossimità alla gente della Valnerina, dopo la visita che ha compiuto a S. Pellegrino lo scorso 4 ottobre a seguito del terremoto del 24 agosto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*