Papa Francesco accoglie e benedice la Fiaccola Benedettina

La benedizione della Fiaccola è avvenuta al termine della catechesi

Papa Francesco accoglie e benedice la Fiaccola Benedettina

Papa Francesco accoglie e benedice la Fiaccola Benedettina

Questa mattina (2 marzo), al termine dell’udienza generale, Papa Francesco ha accolto e benedetto la Fiaccola Benedettina “pro Pace et Europa Una”, accompagnata da una delegazione di oltre trecento persone, provenienti dai Comuni di Norcia, Subiaco e Cassino. Erano presenti i sindaci delle rispettive municipalità, Nicola Alemanno, Francesco Pelliccia e Giuseppe Golini Petrarcone, ma anche le autorità ecclesiastiche rappresentate dall’arcivescovo di Spoleto-Norcia, monsignor Renato Boccardo. Durante i saluti in lingua italiana, che come di consueto concludono l’appuntamento del mercoledì con i fedeli in piazza San Pietro, il Papa ha rivolto queste parole: “Auguro – ha detto il Santo Padre – che la Quaresima di questo Giubileo della misericordia favorisca in tutti un riavvicinamento a Dio e un costante esercizio delle opere di misericordia materiali e spirituali”.

La benedizione della Fiaccola è avvenuta al termine della catechesi. Il Santo Padre si è avvicinato alle delegazioni benedettine, ricevendo per mano degli stessi sindaci la prima copia, a lui dedicata, della “Regola di San Benedetto”, ristampata in occasione dell’edizione 2016 delle Celebrazioni Benedettine su pregiata carta e filigrana, con copertina in pelle e cofanetto e, all’intero, il testo più antico, in latino (presente nell’Abbazia di San Gallo in Svizzera), con la traduzione in lingua italiana ed in lingua inglese in appendice. “Quest’anno – hanno detto i primi cittadini a Papa Bergoglio – porteremo la Fiaccola in Olanda, una terra che ha bisogno di ricevere la luce del messaggio benedettino”. All’annuncio, il Sommo Pontefice ha risposto con un eloquente gesto di approvazione e di gratitudine, incoraggiando sia i tedofori presenti che i rappresentanti istituzionali a tenere sempre alti i valori del Padre del Monachesimo occidentale, che “insegnò le giuste vie ai popoli dell’Europa”.

Da Città del Vaticano, la Fiaccola benedettina proseguirà il suo viaggio verso Montecassino, dove arriverà domenica, intorno alle 16, per la preghiera dei Vespri e il rito del tributo di San Benedetto, il giuramento della milizia e la sfilata dei Cortei storici.

Giovedì 10 marzo, invece, partirà alla volta dei Paesi Bassi, con le delegazioni delle tre municipalità benedettine. In Olanda rimarrà fino al 12 marzo e farà tappa ad Amsterdam, a Den Haag (L’Aia), e al monastero di S. Egmond. Sono stati programmati incontri istituzionali con autorità civili ed ecclesiastiche.

Papa Francesco

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*