Nuovo umanesimo, domani giornata di studio ad Assisi

Panorama-Assisi-tardo-pomeriggio-inverno-gennaio-2014-Bastilica-San-Francesco-4In vista del quinto convegno ecclesiale nazionale “In Gesù Cristo il nuovo umanesimo” (in programma a Firenze nell’autunno 2015), domani, martedì 25 marzo, alle 9, presso la sede dell’Istituto Teologico di Assisi, in piazza San Francesco 2, si terrà una giornata di studio per approfondire il tema dell’uomo, in questa epoca già considerata da molti non più semplicemente umana, ma “post-umana”, o “trans-umana”.

Hanno promosso quest’iniziativa di livello scientifico, ma con intendimenti divulgativi, i docenti dell’Istituto Teologico e dell’Istituto Superiore di Scienze Religiose della città serafica. La giornata di studio sull’umanesimo è aperta a tutti gli interessati e cercherà di problematizzare con una specie di “brainstorming” tutte le questioni inerenti il tema, vedendole da vicino dal punto di vista biblico, teologico, filosofico, e di altre discipline.

Riflettendo sul tema centrale del quinto convegno ecclesiale nazionale di Firenze, voluto dai vescovi italiani, padre Giulio Michelini, Ofm, teologo e docente di Sacra scrittura all’Ita che aprirà i lavori della giornata di studio di domani, si sofferma sull’espressione del “nuovo umanesimo”, che “può risultare di difficile immediata comprensione – spiega il religioso – A guardar bene, non c’è una sola definizione di “umanesimo”, e se ad esso normalmente si conferisce il senso che deriva dalla sua nascita nei secoli XIV-XV, a partire dalla rinascita degli studi classici (studia humanitatis), e dalle conseguenze che essi ebbero per la concezione dell’essere umano e del suo ruolo nel creato e nella storia, altri significati via via sono stati aggiunti a quel primo uso del termine… E poi, che cosa si intende esattamente con “nuovo” umanesimo? E questa concezione in quale modo può essere intesa in riferimento a Gesù Cristo?”. Risposte a queste domande verranno fornite durante i lavori dell’imminente incontro di Assisi.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*