L’Orto delle monache torna ad essere a servizio dei cittadini

L'orto delle monache sarà aperto dal Lunedì al sabato dalle 9,00 alle 12,00

L'Orto delle monache a servizio dei cittadini
L'Orto delle monache a servizio dei cittadini

L’Orto delle monache torna ad essere a servizio dei cittadini

di Miriam D’Agostino ( Sr Myriam)

Oggi in una splendida giornata di sole, in Via della Rocca la Comunità monastica benedettina di “S.Anna” apre le porte del proprio “orto  delle monache” alla cittadinanza bastiola.

Il taglio del simbolico nastro rosso posto all’ingresso dell‘orto è avvenuto alle ore 10,30 con la graditissima presenza del primo cittadino Stefano Ansideri, degli Assessori  Claudia Lucia,  Filiberto Franchi, del neo presidente della Pro Loco Bastia Stangoni, della Madre Abbadessa Noemi Scarpa, delle monache e di altri cari amici venuti per l’occasione.

“Il nostro intento è quello di essere presenti sul territorio cittadino, offrendo un servizio che esprima a anche il nostro stile monastico benedettino, che dalla sua nascita ha sempre messo al centro il lavoro manuale dei campi.” brevi e semplici parole che la Madre Noemi ha consegnato ai presenti in questa mattinata di festa.

L’orto delle monastero si trova nel cuore della città, al centro delle sue attivate, e come un luogo di incontro, di scambio, di aiuto ai bisognosi, specialmente nel secondo dopoguerra ha avuto una grande

importanza per Bastia, e così la Comunità di S.Anna ha fortemente voluto che ritornasse al “centro” sempre restando fedeli alla spiritualità benedettina, cosi tutti i giorni dal lunedì al sabato, dalle 9,00 alle 12,00 è possibile visitare l’orto e per chi gradisce anche acquistare i prodotti che esso offre direttamente dalla pianta.

 La Comunità monastica ha cercato di riscoprire questa bellezza del lavoro proprio in un tempo come il nostro dove tutto sembra portarci così lontano, in un mondo poco reale, troppo virtuale, dove non si sanno cogliere le differenze dei colori, dei profumi, delle stagioni. Il lavoro dei campi è fatica, sudore, dedizione, ma anche riscoperta del creato, della bellezza, della fisicità, della condivisione, della collaborazione, del lavoro di “squadra”, dell’ascesi come esercizio di conoscenza di sè davanti alla meraviglia del creato.

L’Orto delle monache

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*