Il Clero diocesano di Perugia ha tre nuovi monsignori

Il Clero diocesano di Perugia ha tre nuovi monsignori
CELEBRAZIONE SACERDOTI DIOCESANI CATTEDRALE DI PERUGIA

Questa mattina (3 ottobre), prima di lasciare la Curia arcivescovile per recarsi a Roma, dove prenderà parte al Sinodo dei Vescovi sulla Famiglia (Città del Vaticano, 4-25 ottobre), il cardinale Gualtiero Bassetti ha dato l’annuncio della nomina pontificia a “Cappellano di Sua Santità”, con titolo di monsignore, a tre sacerdoti dell’Archidiocesi di Perugia-Città della Pieve. Si tratta di don Gustavo Coletti, parroco di Santa Maria in Ponte Pattoli, don Augusto Penchini, per molti parroco di San Cristoforo in Piscille ed attualmente canonico della cattedrale di San Lorenzo, e don Alberto Veschini, parroco di San Felicissimo in Ponte Felcino. I tre sacerdoti, «per unanime attestazione – ha evidenziato il cardinale –, hanno svolto degnamente il loro ministero e hanno vissuto con fede tutte le difficoltà che comporta il servizio di pastore, comprese quelle legate alla ricostruzione delle chiese parrocchiali dopo il sisma del 1997. Essi hanno ricoperto anche incarichi diocesani, svolti con spirito di collaborazione e carità verso i confratelli sacerdoti».

Chi sono i neo monsignori del Clero diocesano perugino-pievese?

Don Gustavo Coletti è nato a Rancolfo di Perugia il 18 settembre 1938, dopo aver frequentato il ginnasio e il liceo presso il Seminario Arcivescovile, si è trasferito al Pontificio Seminario Regionale di Assisi per la formazione filosofico-teologica. Ordinato presbitero il 27 giugno 1965 nella cattedrale di San Lorenzo, ha da subito ricevuto l’incarico di prefetto nel Seminario Arcivescovile, successivamente è divenuto parroco di Santa Maria in Ponte Pattoli e insignante di religione cattolica nelle Scuole pubbliche. Ha sempre esercitato il ministero sacerdotale in maniera esemplare, essendo esempio, per il popolo di Dio, e i suoi confratelli di pastore zelante e caritatevole. Quest’anno ha celebrato il 50° anniversario della sua ordinazione sacerdotale.

Don Augusto Penchini è nato a Perugia il 18 marzo 1931 nella parrocchia di Sant’Antonio Abate. Dopo essere stato alunno del Seminario Arcivescovile di Perugia, ha proseguito gli studi teologici presso il Pontificio Seminario Regionale di Assisi. È stato ordinato presbitero nel duomo di Perugia il 29 giugno 1954. Si è poi laureato in lettere classiche presso l’Università degli Studi di Perugia. Nel 1961 è stato nominato parroco di San Cristoforo in Piscille, unendo per tutta la sua vita l’impegno culturale alla carità pastorale. Ha insegnato lettere in diversi Licei. L’8 giugno 2012 è stato nominato canonico della cattedrale di San Lorenzo, dove tutt’ora svolge il suo prezioso servizio nell’accoglienza dei fedeli e nel ministero della riconciliazione.

Don Alberto Veschini è nato a San Nicolò di Celle di Deruta (Pg) l’8 gennaio 1947, dopo aver frequentato gli studi liceali presso il Seminario Arcivescovile di Perugia, è stato alunno del Pontificio Seminario Regionale Umbro, dove ha conseguito i gradi accademici richiesti per la sacra ordinazione, avvenuta a Perugia il 18 settembre 1971. Successivamente è stato parroco (dal 1981), canonico della cattedrale (dal 1985), delegato diocesano della pastorale giovanile, segretario particolare degli arcivescovi mons. Cesare Pagani e mons. Ennio Antonelli, responsabile dei seminaristi dell’Archidiocesi e, ultimamente, vicario episcopale per la IV Zona pastorale e parroco di Ponte Felcino.

Il Clero diocesano

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*