IL CARNEVALE ATTRAVERSO I RICORDI DEI NONNI

anziani(Uj.com 3.0) PERUGIA – Il carnevale rivissuto attraverso i ricordi delle persone anziane.  Cooperativa Nuova Dimensione e Consorzio Auriga hanno fatto gruppo e nel periodo della “festa in maschera” hanno pensato bene di allietare le giornate dei “nonni”, con tre incontri presso altrettante strutture di accoglienza: i centri diurni Alzeimer di Bettona e del Girasole, a San Mariano e “Il Nido d’Argento” di Sant’Angello di Celle. Tre veri e propri eventi, preparati in ogni minimo dettaglio e arricchiti da una serie di attività.  Su tutte, la gara di “strufoli” che ha visto protagonisti, nella fase di realizzazione e in quella del successivo giudizio, gli stessi anziani. Belli e commuoventi anche i momenti dedicati ai ricordi del carnevale in età giovanile, con la stesura di veri e propri racconti. L’ultimo dei tre incontri, si è tenuto presso “Il Nido d’Argento” giovedì 27 febbraio, con la festosa partecipazione dei bambini della vicina scuola materna, che per quasi un’ora hanno cantato e ballato con i nonni. Poi, la premiazione legata agli “strufoli più buoni” e un gustoso rinfresco per allietare gli ospiti e il personale di Nuova Dimensione e Consorzio Auriga, che nell’arco di un mese ha lavorato intensamente per coinvolgere e animare gli anziani. “Quello sui ricordi – ci tiene a precisare la coordinatrice del centro diurno “Il Nido D’Argento”, Rita Babucci – è un lavoro molto importante, che da tempo stavamo preparando. Abbiamo poi pensato di estenderlo anche ad altri centri e di entrare in collaborazione con i colleghi del Consorzio Auriga. I risultati ci hanno dato ragione: sono state tre giornate molto emozionanti e sicuramente importanti per gli ospiti, che si sono sentiti molto partecipi. Soprattutto in questa ultima giornata, allietata dalla presenza dei bambini della scuola materna. La speranza è che tali giornate possano ripetersi anche nel futuro”. La memoria degli anziani è un bene troppo prezioso per la comunità e merita di continuare ad essere stimolata. 

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*