Gli Scout di tutta Italia racconteranno la bellezza dell’Umbria

Prima della partenza ogni Clan/Fuoco riceverà un kit inviato dalla Segreteria dell’AGESCI Umbria

Gli Scout di tutta Italia racconteranno la bellezza dell’Umbria

PERUGIA – Gli eventi sismici che hanno colpito l’Italia centrale hanno fortemente influenzato la vita sociale ed economica delle comunità tra Abruzzo, Lazio, Marche ed Umbria. In particolare, la scossa del 30 ottobre 2016 (Mw 6.5) con epicentro a Norcia rappresenta la più forte scossa di terremoto registrata in Italia dal sisma dell’Irpinia del 1980. Ancora oggi la situazione generale dei territori colpiti risulta complessa e sono numerose le problematiche da affrontare.

Il Consiglio Regionale dell’AGESCI Umbria, superata la fase iniziale d’emergenza ed assistenza alla popolazione, dove non è mai venuto meno il contatto diretto tra l’Associazione, le popolazioni e i luoghi colpiti dal terremoto, ha voluto proporre a tutte le Comunità Rover/Scolte d’Italia (età compresa tra 16 e 21 anni) un progetto di servizio valido, concreto e di sostegno continuativo alle comunità locali.

“Tra Terra e Cielo” non è che l’aggiornamento e la rivisitazione del progetto “Francesco vai!” che nel 1997-98 portò centinaia di scout in Umbria-Marche durante l’emergenza e nella fase di post-assistenza mettendo le basi delle attuali strutture nei luoghi che sono le nostre radici. L’obiettivo di “Tra Terra e Cielo” è offrire la possibilità di “sporcarsi le mani con attività concrete che possano lasciare un segno in modo utile sui luoghi colpiti dal terremoto“.

Le Routes uniscono la possibilità di fare strada, prestare servizio e riscoprire la spiritualità lungo i territori colpiti dal sisma. Saranno coinvolti dal 15 luglio al 9 settembre oltre 1350 tra capi e ragazzi, provenienti da 90 gruppi di tutta Italia. Da Spoleto a Cerreto di Spoleto attraverso Scheggino, Vallo di Nera e Meggiano; da Monteleone a Spoleto via Poggiodomo, Gavelli e Vallo; da Norcia a Preci; da Cascia a Norcia; da Monteleone a Cascia. Ciascuno di questi percorsi viene proposto anche in senso inverso, per un totale quindi di 10 Routes.

In ognuno dei percorsi la possibilità di entrare in contatto con le comunità locali e svolgere attività di servizio: animazione a bambini, anziani e disabili; lavori per il recupero e la ricostruzione di luoghi in Valnerina. Percorsi immersi nella natura in cui vivere momenti di spiritualità a contatto con le comunità religiose del territorio. E attraverso il racconto di esperienze di servizio e testimonianza riscoprire la preghiera e la contemplazione.

Prima della partenza ogni Clan/Fuoco riceverà un kit inviato dalla Segreteria dell’AGESCI Umbria contenente: cartina del luogo, distintivo della Route, adesivo, libretto, canto.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*