Festa San Francesco di Assisi Lombardia omaggia Santo Patrono

Festa San Francesco di Assisi Lombardia omaggia Santo Patrono
Tomba del Santo

Festa San Francesco di Assisi Lombardia omaggia Santo Patrono

Dopo venti anni la Regione Lombardia offre l’olio per la Lampada Votiva dei Comuni d’Italia che arde sulla tomba di San Francesco. Ad accenderla, in nome di tutti i comuni, il sindaco del capoluogo lombardo Giuliano Pisapia, alla presenza del presidente della Regione Roberto Maroni, del presidente del Consiglio regionale lombardo Raffaele Cattaneo e dei rappresentanti delle istituzioni lombarde e umbre.

Un programma sancito da uno storico cerimoniale, creato dal grande concittadino, sindaco e podestà Arnaldo Fortini, per onorare il santo di Assisi, proclamato Patrono d’Italia nel 1939.

“Onorati di ospitare i sindaci ed i maggiori rappresentanti delle genti lombarde – dichiara il sindaco ff della città di Assisi, Antonio Lunghi- ci accingiamo con gioia a celebrare queste solenni manifestazioni che si svolgono nelle Basiliche Francescane e che coinvolgono l’intera Città con la partecipazione entusiastica di tutta la comunità locale, che formano un programma autenticamente ispirato al cuore dell’azione di san Francesco”.

Il programma delle celebrazioni religiose inizia il giorno 3 ottobre, alle ore 10,30, in piazza Garibaldi, a Santa Maria degli Angeli, con l’offerta del panno cenerino, dei ceri, dei mostaccioli e dell’incenso da parte di frate Iacopa 2105, scelta quest’anno nella persona di sorella Teresa Martino, della Comunità Fratel Ettore di Milano.La Proloco di Santa Maria degli Angeli offre i fiori per il luogo ove san Francesco morì.

Alle ore 17,30 solenne commemorazione del Transito di san Francesco nella Basilica di S. M. Angeli in Porziuncola.

Domenica 4 ottobre, dopo il corteo civile in Piazza del Comune in Assisi, alle ore 10,00, Solenne Celebrazione in Basilica Papale di San Francesco, presieduta da S.Em. Cardinale Angelo Scola, con i Vescovi della Lombardia, il Vescovo di Assisi, mons. Domenico Sorrentino, i Ministri Generali e Provinciali delle Famiglie Francescane, con l’accensione della Lampada da parte del sindaco Pisapia e l’offerta dei doni.

Alle ore 11,30, dalla Loggia del Sacro Convento, il tradizionale “Messaggio all’Italia”da parte del rappresentante il Consiglio dei Ministri, on. Graziano Delrio, cui seguiranno i saluti del Ministro Generale dell’Ordine Frati Minori Conventuali, Padre Marco Tasca, del Presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, del Sindaco ff di Assisi Antonio Lunghi, del Vescovo di Assisi Mons, Domenico Sorrentino.

La Città di Assisi omaggia le genti lombarde con una festa in piazza del comune, la sera del 3 ottobre, con il folclore medievale, a cura della Compagnia Balestrieri Assisi, con musica della tradizione popolare umbra, Brigata della Montagna, in collaborazione con il Dipartimento di Musica popolare Resonars, ed una mostra nella sala delle Logge sui manufatti del Punto Assisi, curata dall’omonima Accademia. Senza far mancare le degustazioni di prodotti enogastronomici locali e regionali.

Particolarmente significativo quest’anno, per la prima volta, l’omaggio istituzionale della città serafica ai sindaci e rappresentanti lombardi rappresentato da un “Quaderno” dal titolo “Oi dolze patre altissimo. L’invocazione all’Onnipotente da San Francesco d’Assisi a fratel Bonvesin da la Riva”.Un volume, curato da Maurizio Terzetti,  in cui si confronta l’invocazione all’Altissimo, che è stata di san Francesco nel Cantico, riformulata, su base francescana, dal rimatore Bonvesin da la Riva, milanese, intellettuale ed uomo di fede, figura importantissima per la storia duecentesca di Milano e per le origini della letteratura in volgare

Festa San Francesco

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*