CEU: NOMINATI I COORDINATORI DI QUATTRO COMMISSIONI REGIONALI

Il Pontificio Seminario Regionale Umbro (1)(umbriajournal.com) ASSISI – Dopo le recenti nomine del delegato della Caritas Umbria e del coordinatore della Commissione regionale per l’educazione, la scuola e l’università della Conferenza episcopale umbra (Ceu), i vescovi hanno nominato i coordinatori di altri quattro Organismi pastorali della Ceu (complessivamente sono diciotto), confidando sempre più nell’impegno e nella responsabilità dei laici nel servire la Chiesa nello spirito del Concilio Vaticano II. Ai coordinatori uscenti i vescovi esprimono la loro viva gratitudine per l’opera svolta; mentre, ai nuovi, che resteranno in carica un quinquennio, formulano i loro sentiti auguri di buon lavoro. Questi ultimi, nel contempo, ringraziano i presuli per la fiducia a loro accordata.
I nuovi coordinatori della Commissione regionale per la Pastorale della famiglia e vita, sono i coniugi Stefano e Barbara Rossi e don Fabrizio Crocioni, dell’Archidiocesi di Perugia-Città della Pieve, che subentrano ad Elio e Letizia Giannetti e a padre Luciano Temperilli; presule delegato Ceu della medesima Commissione è mons. Mario Ceccobelli, vescovo di Gubbio.
Il nuovo coordinatore della Commissione regionale per il lavoro, la pace e la salvaguardia del creato è Massimiliano Marianelli, della Diocesi di Città di Castello, che subentra a Vincenzo Menna; presule delegato Ceu della medesima Commissione è mons. Domenico Cancian, vescovo di Città di Castello.
Il nuovo coordinatore della Commissione regionale per le comunicazioni sociali è Riccardo Liguori, dell’Archidiocesi di Perugia-Città della Pieve, che subentra a mons. Elio Bromuri; presule delegato Ceu della medesima Commissione è mons. Renato Boccardo, arcivescovo di Spoleto-Norcia.
Il nuovo coordinatore della Commissione regionale per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso è Nicola Zema, dell’Archidiocesi di Perugia-Città della Pieve, che subentra a mons. Elio Bromuri; presule delegato Ceu della medesima Commissione è mons. Benedetto Tuzia, vescovo di Orvieto-Todi.

Chi sono i nuovi coordinatori di queste quattro Commissioni Ceu?
I coniugi Stefano Rossi e Barbara Baffetti sono di Tuoro Sul Trasimeno (Pg), dirigente di banca lui, scrittrice di testi per bambini lei, da diversi anni impegnati nella Pastorale diocesana familiare, cofondatori ed animatori, insieme a mons. Carlo Rocchetta e ad altri coniugi, del “Centro familiare-Casa della Tenerezza” in Montemorcino di Perugia. E’ una struttura di accoglienza attiva dal 2003 per coppie di sposi e fidanzati in difficoltà o desiderosi di intraprendere un cammino di crescita e formazione umana e cristiana sia come coppia che come famiglia. La “Casa della Tenerezza” accoglie ogni anno dalle 500 alle 600 coppie offrendo loro incontri di preghiera e seminari formativi. Stefano e Barbara seguono, in particolare, il gruppo dei separati e divorziati.
Don Fabrizio Crocioni, parroco delle parrocchie perugine di Ponte della Pietra e San Faustino dal 2001, è stato, per tredici anni, membro dell’Ufficio diocesano per la pastorale familiare, da sempre attento e sensibile alle problematiche familiari e giovanili, punto di riferimento per genitori e figli in difficoltà di una delle zone della periferia perugina in costante crescita demografica e con non pochi problemi sociali.
Il prof. Massimiliano Marianelli di Città di Castello è ricercatore in Storia della Filosofia presso l’Università degli Studi di Perugia e si occupa di problemi sociali e del mondo del lavoro in una delle aree dell’Umbria a maggior concentrazione di attività agricole, industriali e del terziario che in questi ultimi anni risentono non poco della crisi economica. E’ stato già coordinatore di questa Commissione Ceu ed attualmente è il direttore dell’Ufficio diocesano per i problemi sociali, il lavoro, la giustizia e la pace. E’ anche il responsabile della Scuola diocesana di politica e sociale “Agorà”, realtà molto attiva nella formazione di giovani e adulti, le cui iniziative, spesso, superano i confini diocesani.
Il dott. Riccardo Liguori di Perugia è laureato in Scienze Politiche ed è diventato giornalista pubblicista alla “scuola” del settimanale «La Voce» diretto da mons. Bromuri. E’ autore di alcune pubblicazioni di carattere storico e di numerosi articoli pubblicati anche da «Avvenire», «L’Osservatore Romano» e «Sanità-Il Sole24Ore». Dal 1997 è il responsabile dell’Ufficio stampa della Caritas diocesana e dal 1999 dell’Ufficio stampa dell’Archidiocesi. E’ membro del Coordinamento della Caritas italiana per gli addetti alla comunicazione ed ha partecipato a convegni formativi dell’Ufficio nazionale per le comunicazioni sociali della Cei e della Pontificia Università della Santa Croce. Nel 2010 è stato nominato dai vescovi direttore dell’Ufficio stampa della Ceu e del sito-quotidiano online «chiesainumbria.it».
L’ingegner Nicola Zema di Perugia è esperto e studioso di religioni monoteiste fin dagli anni ’80, in particolare di ebraismo insieme al dott. Vittorio Trancanelli, per il quale recentemente si è concluso il Processo diocesano di beatificazione. Negli anni ‘90 ha approfondito i suoi studi sull’islam e sul buddismo e successivamente ha frequentato la Scuola diocesana di Teologia “Leone XIII” e l’Istituto Teologico di Assisi seguendovi corsi di Filosofia e Sacra Scrittura per arricchire la sua conoscenza del cristianesimo ed il rapporto con le altre religioni. Frequenta il Centro ecumenico ed universitario “San Martino” in Perugia, dove costantemente ha l’opportunità di approfondire la sua esperienza ecumenica, collaborando a diverse iniziative promosse dallo stesso Centro. E’ convinto sostenitore di un dialogo interreligioso che deve portare all’ascolto e alla conoscenza reciproca non solo cognitiva, ma soprattutto esperienziale-relazionale.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*