Centenario azione cattolica di Perugia, convegno in Regione

Centenario azione cattolica di Perugia, convegno in Regione

Sabato 19 settembre l’Azione Cattolica di Perugia-Città della Pieve concluderà i festeggiamenti del suo Centenario di presenza nella Chiesa e nella città al servizio della formazione umana e spirituale di bambini, giovanissimi, giovani e adulti. con un incontro pubblico dal titolo “Un impegno di Umanità e Santità. La politica tanto denigrata, è una vocazione altissima.” che vede coinvolta la Presidenza Nazionale di Azione Cattolica, presso la Sala Brugnoli del Palazzo della Regione dell’Umbria dalle ore 9,30 alle ore 13,00.

Il titolo prende spunto dalle parole di Giorgio La Pira, politico di alto spessore, che disse “Non si dica quella solita frase poco seria: la politica è una cosa ‘brutta’! No: l’impegno politico -cioè l’impegno diretto alla costruzione cristianamente ispirata della società in tutti i suoi ordinamenti a cominciare dall’economico è un impegno di umanità e di santità: è un impegno che deve potere convogliare verso di sé gli sforzi di una vita tutta tessuta di preghiera, di meditazione, di prudenza, di fortezza, di giustizia e di carità.” Con questo spirito e con il desiderio di mettersi, sempre, al servizio della Chiesa e della società civile, l’Ac ha scelto di proporre un momento di riflessione sul tema della politica per chiamarci a essere testimoni credibili e laici che portino fermento buono, vivendo, come ha sottolineato il nostro arcivescovo Card. Bassetti nella sua lettera di invito e presentazione della festa per il centenario,“ lo straordinario di Cristo nell’ordinario della vita quotidiana”.

La discussione verterà sull’impegno in politica inteso come vocazione e vuole essere una riflessione sul ruolo dei cattolici in Italia nel passato, nel presente e nel futuro, con una particolare attenzione all’eredità di Giorgio La Pira e alle parole di papa Francesco che spesso ha sottolineato come “un cattolico deve fare politica” perché la politica “è il martirio quotidiano di cercare il bene comune senza lasciarti corrompere. “Di fronte alla cultura della illegalità, della corruzione e dello scontro, voi siete chiamati a dedicarvi al bene comune, anche mediante quel servizio alle gente che si identifica nella politica.

Essa, come affermava il beato Paolo VI, ‘è la forma più alta ed esigente della carità’. Se i cristiani si disimpegnassero dall’impegno diretto nella politica, sarebbe tradire la missione dei fedeli laici, chiamati ad essere sale e luce nel mondo anche attraverso questa modalità di presenza”.

Il convegno vedrà i contributi di quattro docenti universitari provenienti da diverse parti d’Italia, primo fra tutti il prof. Matteo Truffelli, docente presso l’Università degli Studi di Parma e presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana. A lui si aggiungeranno le riflessioni del prof. Giancarlo Pellegrini, docente presso l’Università degli Studi di Perugia, della prof.ssa Bruna Bocchini Camaiani, docente presso l’Università degli Studi di Firenze e del prof. Agostino Giovagnoli, docente presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore. A moderare gli interventi sarà Gigi Massini, già giornalista di Avvenire e del Messagero, direttore per cinque anni dell’ufficio stampa del Consiglio regionale dell’Umbria, e vicecaporedattore della Rai in Umbria. L’apertura del convegno sarà, invece, affidata a S. Em. Card. Gualtiero Bassetti, arcivescovo metropolita di Perugia – Città della Pieve. L’incontro è aperto a tutta la cittadinanza, ai politici locali, ai giornalisti, agli aderenti all’Azione Cattolica e in particolare a studenti e insegnanti delle scuole superiori della città e a docenti e studenti dell’Università degli Studi di Perugia, come momento di formazione e di riflessione su un tema di grosso rilievo civile e sociale.

Centenario azione cattolica

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*