Ponte San Giovanni, la Pro Ponte pulisce le strade

Un piccolo tassello di un'opera che dovrebbe vedere impegnati anche altri cittadini e altre associazioni di Ponte San Giovanni

Ponte San Giovanni, la Pro Ponte pulisce le strade

Tutto è iniziato in agosto con la cura degli ingressi del paese in occasione di Velimna, poi è venuto l’incontro con Cucinelli, Comune, Università e Caritas per la “Cura e bellezza del Territorio” con la pulitura del marciapiede di via San Girolamo verso il cimitero di Pieve di Campo, poi  la ripulitura di alcuni tombini intasati da foglie e detriti, poi, proprio in concomitanza con l’appello rivolto da Cucinelli agli 8 sindaci del comprensorio del Trasimeno perché abbiano cura dei propri territori almeno per i prossimi 50/100 anni, la Pro Ponte è scesa di nuovo in strada per pulire un tratto del percorso pedonale di via Volta intorno al sottopasso che la collega con via Cestellini.

Questa volta oltre a pala, rastrello e zappa è intervenuto anche il decespugliatore per togliere erbacce e rami che deturpavano il percorso pedonale e i lati della strada. Infine è giunta Gesenu a completare l’opera portando via quanto era stato accumulato.

Due ore di lavoro con mezzi artigianali e tanta volontà sono stati sufficienti per ridare decenza e sicura transitabilità a un percorso pedonale molto frequentato.

E’ un piccolo tassello di un’opera che dovrebbe vedere impegnati anche altri cittadini e altre associazioni di Ponte San Giovanni a collaborare con Comune, Gesenu, agenzia forestale regionale per rendere gradevole l’ambiente in cui si vive.

L’appello rivolto da Brunello Cucinelli nell’incontro con la popolazione di Ponte San Giovanni, le sue parole ricche di citazioni storiche di pensatori, filosofi, scrittori fu molto apprezzato e lui dalle sponde del Tevere è passato a lanciare lo stesso messaggio alle sponde del Trasimeno perché ha detto nel recente incontro“vale la pena salvare dal degrado e dalle brutture il nostro territorio: ricco di bellezze, di silenzi, di eccellenze naturali che il mondo ci invidia.

Senza bisogno di trincerarsi dietro il detto “non c’ènno i soldi”, ma stimolando e convincendo i cittadini, tutti i cittadini compresi i pubblici amministratori, della preziosità dei luoghi in cui abitano per conservarli almeno come i nostri genitori e nonni li hanno lasciati a noi.”

Intanto il presidente della Pro Ponte Antonello Palmerini, d’accordo con il consiglio direttivo, ha deciso di dare la tessera di iscrizione gratuita all’Associazione di via Tramontani a chi si aggregherà a consiglieri e soci negli interventi di “cura” del territorio di Ponte San Giovanni in programma ogni domenica mattina o anche in altri giorni concordati in cui i cittadini offrano la loro preziosa disponibilità.

Ponte

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*