Degrado Ponte San Giovanni, Pro Ponte interviene prima di Velimna

Degrado Ponte San Giovanni, Pro Ponte interviene prima di Velimna
Pro Ponte

da Gino Goti
Proprio alla vigilia della settimana di “Velimna, gli Etruschi del Fiume” la Pro Ponte, ente organizzatore, è scesa in campo, o meglio in strada, per rispondere all’appello di collaborazione del sindaco Romizi e delle strutture addette alla cura del territorio. Un gruppo di consiglieri della Pro Ponte, guidati dal presidente e dall’addetto alla comunicazione, si sono “armati” di attrezzature amatoriali e hanno tagliato le erbacce in via Adriatica, l’ingresso ovest a Ponte San Giovanni all’uscita della superstrada, via Bixio, Via Pieve di Campo e un tratto di via San Girolamo fino al ponticello sul fosso di Santa Margherita.

Due o tre ore di impegno offerto all’amministrazione comunale e ai cittadini di Ponte San Giovanni in vista delle prossime manifestazioni di Velimna 2015. E’ importante, per chi arriva per seguire i vari eventi in calendario dal 2 al 6 settembre trovi almeno gli accessi al paese con un aspetto decente e invitante.

Gli antichi saggi dicevano, e lo ricorda spesso Brunello Cucinelli nei suoi interventi socio culturali, che la qualità di una casa, e quindi di un paese o di una città, si vede dal portone di ingresso e quindi dalle vie di accesso ai centri abitati. Quello della Pro Ponte è stato un primo intervento dimostrativo che dovrà essere concluso dai mezzi e dalla professionalità delle strutture comunali e della Gesenu, ma vuole essere anche uno stimolo nei confronti di tutti i cittadini ad aver cura del territorio in cui risiedono. Al tempo di Carlo Magno, prima del Mille, tutti i cittadini avevano l’obbligo di dedicare tre o quattro giorni all’anno alla cura e alla manutenzione del posto in cui abitavano. Certo i grossi lavori, gli interventi più importanti e impegnativi, anche allora come adesso erano curati dallo Stato, dai Comuni, dalle amministrazioni pubbliche.

Degrado Ponte San Giovanni

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*