Vulnerabilità dei plessi scolastici a Perugia, Borghesi e Mirabassi chiedono verifiche

percorsi di riorganizzazione degli edifici scolastici sede di scuole primarie e secondarie

Trasferimento Scuola Civitella Benazzone, PD, comune difenda identità sociale
erika-borghesi

Vulnerabilità dei plessi scolastici a Perugia, Borghesi e Mirabassi chiedono verifiche
da Erika Borghesi e Alvaro Mirabassi
PERUGIA – E’ stato votato ieri mattina all’unanimità l’ordine del giorno presentato dai consiglieri PD Erika Borghesi e Alvaro Mirabassi che, partendo dalla richiesta di verifica della stabilità e della vulnerabilità dei plessi scolastici a ridosso degli eventi sismici che si sono verificati dall’agosto 2016 peraltro già ottenuta, impegna altresì Sindaco e Giunta a porre in essere tutte le azioni necessarie per divulgare le informazioni sulla sicurezza dei luoghi ai diversi soggetti interessati (dirigenti scolastici, insegnanti, genitori) nonché a impiegare questa fase di monitoraggio per inserire nella programmazione del Comune di Perugia proficui percorsi di riorganizzazione degli edifici scolastici sede di scuole primarie e secondarie, con l’obbiettivo di ambire all’eccellenza scolastica.

“Eccellenza scolastica – dichiarano i consiglieri – a cui si dovrà tendere garantendo una maggiore tutela per le scuole dell’infanzia la cui ramificata distribuzione sul territorio comunale risponde alla prioritaria esigenza di garantire ai bambini di restare all’interno dell’orizzonte familiare e conosciuto dei quartiere/frazione di residenza e, non ultimo, inserendo tra i parametri di riferimento il rispetto di un canone estetico in un’ottica di ristrutturazione, accorpamento e eventuale costruzione di nuovi edifici affinché la buona scuola sia anche “bella” ovvero un posto dove fa piacere stare.”

L’ordine del giorno, infine, prevede che vengano ascoltati in audizione i dirigenti dei quindici istituti comprensivi allo scopo di inserire i soggetti interessati all’interno di un percorso condiviso e partecipato rispetto a scelte importanti e decisive per il sistema scolastico comunale.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*