«VOGLIAMO UN SERIO CONFRONTO CON IL PD PER POTER ANDARE AVANTI INSIEME»

sel-alta(umbriajournal.com by AKR) CASTIGLIONE DEL LAGO – «Ci siamo a lungo sforzati, ma non siamo riusciti a ricordarci un altro governo nella storia della Repubblica così ingessato dall’immobilismo come quello attuale. Un esecutivo davvero “indeciso a tutto”». Con queste parole inizia il comunicato del circolo di Sinistra Ecologia e Libertà di Castiglione del Lago che interviene sulle questioni politiche nazionali e soprattutto sulle dispute locali in previsione di una possibile, ma non sicura, alleanza in vista delle elezioni comunali del 2014.

«D’altro canto – prosegue la nota – era difficile attendersi tanto di più o di meglio da un governo nato da un rapporto politico così “contro natura” quale quello consumatosi a Roma tra PD e PDL. L’inerzia determinata dai guai giudiziari di Berlusconi e dalle divisioni interne al Partito Democratico, clamorosamente emerse durante l’elezione del Capo dello Stato, sta aggravando ancora di più le condizioni degli italiani. Pare che l’unico problema che attanaglia il Paese sia l’introduzione o meno dell’elezione diretta del Presidente della Repubblica e l’approvazione di un’ulteriore riforma dell’ordinamento della magistratura. Quali le vere risposte al livello abnorme di disoccupazione giovanile? Quali gli interventi programmati in materia di lotta all’evasione fiscale? Quando si opererà una puntuale riforma della Legge Fornero sulle pensioni che ha stravolto la progettualità di vita di milioni di persone? Quale la riforma elettorale a cui si pensa per evitare il ripetersi futuro dell’inaccettabile obbrobrio politico della sinistra alleata con la destra? Non si sa. SEL, comunque, con estrema chiarezza, si è chiamata da subito fuori rispetto a questo gioco al massacro dell’Italia che, di certo, non veniva minimamente contemplato nel programma elettorale che l’ha vista correre insieme al PD per il rilancio di un’azione di governo veramente legata ai valori della sinistra come l’equità, la solidarietà, la lotta alle discriminazioni ed al precariato ed il sostegno alle fasce della società maggiormente in difficoltà».

Il comunicato, firmato dal segretario comunale Ivano Possieri, prosegue con l’analisi critica della situazione politica a Castiglione del Lago. «Dobbiamo constatare, purtroppo, che anche a livello locale le contraddizioni e le fratture interne al PD sussistono e rischiano pesantemente di generare confusione, rallentamento dell’azione amministrativa della coalizione di centrosinistra ed insostenibile equivocità sulla volontà di perseguimento degli obiettivi di fondo che ci si era inizialmente prefissati. Da tempo SEL, a Castiglione del Lago, insiste per un confronto trasparente e serrato con il Partito Democratico teso a tratteggiare un bilancio dell’azione della Giunta comunale, a delineare le priorità dell’ultimo anno di governo e, soprattutto, a valutare eventuali convergenze programmatiche in vista delle elezioni del 2014. Ad oggi, però, il PD non è riuscito ad organizzare un incontro serio e fattivo in tal senso, mentre impazzano, anche sui quotidiani locali, le ipotesi più disparate di assetto prossimo, anche verticistico, del centrosinistra. Peraltro, la stessa segreteria comunale del PD, nella nota pubblicata in questi giorni, non si è espressa circa il sostegno all’amministrazione in carica, limitandosi a rilevare che non vuole parlare di persone ma solo di programmi, costruiti, però, sulla scorta di forum che non hanno visto il coinvolgimento attivo e propositivo delle altre forze del centrosinistra. Siamo, quindi, disposti a riaprire, o, per meglio dire, ad aprire un confronto con il Partito Democratico che veda come stella polare l’interesse di Castiglione del Lago e della sua cittadinanza, ma non lo faremo certamente sulla base di consensi aprioristici o di sostegni a lotte esclusivamente personalistiche che già tanto male hanno fatto in passato a questo territorio». (AKR)

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*