Violenza sulle donne, Solinas (PD): “Riattivare l’iter del disegno di legge”

Serve una presa di posizione forte e chiara della politica umbra

Non vuole più saperne della compagna e figli, minaccia di ucciderli

Violenza sulle donne, Solinas (PD): “Riattivare l’iter del disegno di legge”

“I gravissimi fatti di cronaca che quasi quotidianamente apprendiamo dai media in merito alle violenze e agli assassinii che colpiscono le donne, impongono una presa di posizione forte e chiara della politica umbra e un’azione amministrativa pronta ed efficace per prevenire tali atti e per far fronte alle conseguenze di essi: per questo motivo, in stretta sintonia con la presidente Marini, promotrice in prima persona della norma legislativa proposta dalla Giunta regionale, ho intenzione di convocare a breve una seduta della commissione per riattivare l’iter consiliare che deve condurre, in breve tempo, all’approvazione del disegno di legge regionale riguardante le ‘Norme per le politiche di genere e per una nuova civiltà delle relazioni fra donne e uomini’”: lo afferma il presidente della Terza commissione consiliare (Sanità e Sociale), Attilio Solinas.

“Questa legge – spiega Solinas – prevede l’organizzazione e il potenziamento di servizi e di centri deputati all’ascolto e al sostegno fattivo delle donne che subiscono violenza: centri in parte già presenti in Umbria, ma che devono essere potenziati nell’organico, dotandoli ancora di più di personale qualificato ed esperto nella gestione delle problematiche relative alle situazioni di violenza attiva o potenziale contro le donne, sia all’interno delle famiglie che nella società in generale. Credo che, in questo ambito, sia cruciale un’azione di informazione, a partire dalle scuole, come prevede la proposta di legge, sui fattori di rischio che possono condurre ad atti di violenza.

Così come è fondamentale incrementare l’azione di sostegno con l’ascolto qualificato e l’accoglienza, anche a carattere residenziale delle donne colpite e dei loro figli. Credo e auspico – conclude – che su questo tema così rilevante sia in Commissione che in Assemblea legislativa non si intenda in alcun modo anteporre questioni di interesse politico che impediscano di procedere speditamente verso l’approvazione di una soluzione normativa, pragmatica ed efficace, per tutelare, sostenere e difendere le donne umbre da ogni forma di violenza”.

Violenza sulle donne

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*