Vicenda Cartasegna, Camicia, Corte dei Conti decide, la politica no

Il consigliere se la prende ancora una volta con il primo cittadino di Perugia

Vicenda Cartasegna, Camicia, Corte dei Conti decide, la politica no

Vicenda Cartasegna, Camicia, Corte dei Conti decide, la politica no

Dal Consigliere Carmine Camicia
PERUGIA – la vicenda dell’avvocato  Cartasegna era una delle tante vicende che hanno messo in cattiva luce il Comune di Perugia, poiché le tante distrazioni della politica,   consentirono al Professionista di maturare una pensione importante . Le responsabilità politiche appartenevano alle Amministrazioni che hanno precedute l’attuale, ma che, nonostante tutto, ha visto legata alla vicenda, anche l’attuale Sindaco
Si ricorda che Il Consiglio Comunale, su proposta dello scrivente, approvava un documento d’indirizzo politico e amministrativo , impegnando  il  Sindaco,  per ragioni ovvie, a interrompere tutti i rapporti professionali con l’ex Dirigente chiedendo allo stesso la restituzione di tutte le pratiche legali appartenenti al Comune di Perugia.

Questo gesto, avrebbe dato  smalto all’Amministrazione Romizi, al Consiglio Comunale e alla Città’ di Perugia. Purtroppo così non fu,  e dispiace, perché al posto di cambiare passo il Sindaco preferiva  fare qualche passo indietro. Oggi la Corte dei Conti, con la Sua sentenza conferma l’operato del Consiglio Comunale, bocciando l’operato dell’esecutivo.

Questa è una delle tante vicende che vede negativamente  protagonista il Primo Cittadino che continua a non prendere in Considerazione le decisioni assunte  del Consiglio Comunale.

Si allega copia delibera del Consiglio Comunale con la quale si diceva lo stop a Cartasegna

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*