Al via “La sinistra che cambia”, festa regionale dell’area Il coraggio di cambiare

PERUGIA – Sei giorni di dibattiti, una grande assemblea costituente, 6 forum e tanti ospiti nazionali e locali a confronto. Si chiama “La sinistra che cambia” ed è la festa regionale dell’area politico culturale “Il coraggio di cambiare”, in programma a Perugia (alla Casa del Popolo di Casa del Diavolo) dal 24 al 29 settembre. A presentarla, questa mattina in conferenza stampa, il coordinatore dell’area Stefano Fancelli. “Il titolo dell’iniziativa – spiega Fancelli – vuole dare la dimensione della sfida che ci siamo dati”.

Al titolo si accompagna un’immagine che ne è suggestione, dove si affiancano le foto di Berlinguer e Obama, i fumetti di Pazienza e di Zero Calcare, di Miriam Mafai e Bianca Berlinguer, di Anna Magnani e Sabrina Ferilli, di don Milani e dei ragazzi di Libera, di Sandro Pertini e dei ragazzi delle agende rosse di Borsellino, di Monicelli e Sorrentino, di Francesco Rosi e di Pif, di Gian Maria Volontè e di Elio Germano, di Nilde Iotti e di una ragazza che chiede libertà e democrazia nella primavera araba. La sinistra che cambia appunto.

“Vogliamo raccontare di un Paese che vuole cambiare e di una sinistra che cambia – sottolinea Fancelli – e che declina nel tempo i suoi valori, si contamina, si rinnova e rinnova la sua classe dirigente”. “La festa – aggiunge Fancelli – vuole essere un luogo di partecipazione e confronto, di cittadinanza attiva e di impegno, in cui si riconosce una comunità di popolo e si manifesta una politica che offre la possibilità di discutere.

Vogliamo dare, così, un contributo alla costruzione di un’identità chiara del Pd e della sinistra e alla sfida del cambiamento. Discuteremo molto dell’Umbria e lo faremo con i cittadini, con i lavoratori, con le imprese e le associazioni. La sfida è dare vita a un percorso di idee e immaginare l’Umbria fra 20 anni”.

La festa sarà dedicata a Enrico Berlinguer, a 30 anni dalla sua scomparsa. E a L’Unità, con un’iniziativa in apertura a cui prenderà parte il direttore Landò. Tra gli ospiti anche Pierluigi Bersani (mercoledì 24), Gianni Cuperlo (giovedì 25), Stefano Fassina (domenica 28). Si parlerà di sanità e sport, welfare e diritti, ecologia e cultura, di generazioni a confronto e di pace, con un’iniziativa dedicata alla Marcia Perugia-Assisi. La giornata di domenica sarà, inoltre, dedicata all’assemblea promossa dall’area “Il coraggio di cambiare” con movimenti, partiti, associazioni, forze sociali, un appuntamento che guarda al percorso della costituente della sinistra umbra e a cui sono stati invitati anche il segretario regionale del Pd Umbria Giacomo Leonelli e la presidente della Giunta regionale Catiuscia Marini.

“E’ il momento di costruire un nuovo centrosinistra – ancora Fancelli – che risponda alla domanda di cambiamento del Paese. Nel Pd e dal Pd noi vogliamo contribuire a un percorso che permetta alla sinistra umbra di radicarsi e crescere”. L’obiettivo è diventare “un grande movimento di popolo, costruire un nuovo centro sinistra, come L’Ulivo di Prodi del ‘96”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*