Via Cicioni e Via Maddoli a Perugia, serve migliorare viabilità e vivibilità

Ordine del giorno a firma dei Consiglieri comunali Erika Borghesi ed Alvaro Mirabassi

Via Cicioni e Via Maddoli a Perugia, serve migliorare viabilità e vivibilità

Via Cicioni e Via Maddoli a Perugia, serve migliorare viabilità e vivibilità  PERUGIA – Approvato questa mattina, nel corso della III Commissione consiliare (Urbanistica), l’Ordine del giorno a firma dei Consiglieri comunali Erika Borghesi ed Alvaro Mirabassi, con il quale si impegna l’Amministrazione comunale a porre in essere una serie di interventi volti al miglioramento della viabilità e della vivibilità di Via Cicioni e Via Maddoli, nel quartiere di Prepo.

“Esprimiamo soddisfazione” – affermano i due Consiglieri – “per l’accoglimento da parte della Commissione Urbanistica della nostra proposta, con la quale abbiamo chiesto un maggiore impegno da parte della Giunta comunale per risolvere una serie di problematiche presenti nel quartiere di Prepo, verificate personalmente nel corso di un puntuale sopralluogo insieme ai residenti”.

“L’atto” – proseguono i Consiglieri – “è scaturito da frequenti sollecitazioni dei cittadini che hanno denunciato una scarsa attenzione per questo quartiere che, negli ultimi anni, ha avuto un forte sviluppo, diventando un’area densamente abitata, soprattutto per quanto riguarda le due vie Maddoli e Cicioni.

Queste due arterie, infatti, seppure in linea teorica destinate alla viabilità interna del quartiere, vengono utilizzate dagli automobilisti come delle “scorciatoie”, al fine di bypassare la viabilità principale molto più trafficata”.

“Auspichiamo che, anche a seguito della votazione odierna, l’Amministrazione comunale possa intervenire prendendo provvedimenti per risolvere al più presto le criticità evidenziate. Nello specifico, si richiede l’inserimento delle due vie nel Piano Programmatico delle Bitumature – viste le condizioni in cui versa il piano viario e il volume di traffico da esse sopportato –  e la sistemazione dei marciapiedi attraverso la realizzazione di scivoli, per consentire una migliore fruizione degli stessi da parte dei cittadini; la programmazione di un rapido piano di pulizia di tombini e forazze, per prevenire il rischio di allagamenti dovuti alle forti piogge sempre più frequenti; la possibilità di inibire l’accesso al traffico pesante, anche per garantire maggiore sicurezza e tranquillità ai residenti, fermo restando che potranno essere concesse eventuali deroghe con apposite ordinanze;

di intervenire quanto prima  con lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria dell’area verde del quartiere, per ripristinare le normali condizioni di vivibilità ed allontanare le situazioni di degrado; infine, di trovare soluzioni rispetto alla raccolta degli sfalci e delle potature”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*