Vendita quote Gesenu, M5s: “Giunta Romizi è stata a guardare”

Rosetti: "Abbiamo perso un’occasione per difendere e creare posti di lavoro"

Vendita quote Gesenu, M5s: "Giunta Romizi è stata a guardare"

Vendita quote Gesenu, M5s: “Giunta Romizi è stata a guardare”

da Cristina Rosetti (Portavoce Consigliere M5S)
Il M5S lo ribadisce con forza, l’atteggiamento di totale inerzia della  Giunta Romizi, nella vicenda Gesenu ha prodotto un gravissimo danno alla città che aveva l’occasione per pochi milioni di euro, rispetto al valore totale del servizio (12 milioni su 40) di acquisire le quote del privato e andare ad una gestione virtuosa dei rifiuti. E siamo preoccupatissimi, perché il prossimo step che ci aspettiamo è quello della vendita totale delle quote, che ci farebbe perdere ogni controllo sulla gestione del servizio.

Abbiamo perso un’occasione per difendere e creare posti di lavoro, avviare una vera filiera del riuso e del riciclo e cercare di trovare una soluzione ai tanti problemi ambientali che i cittadini denunciano da decenni. E in tutto ciò, non solo il Sindaco Romizi non ha battuto ciglio e si è sempre sottratto al confronto, ma oggi il Vice-Sindaco Barelli conclude l’incontro con i sindacati con una frase che ha del sinistro: “Al riguardo – ha affermato il Vice Sindaco – l’Amministrazione comunale non intende fare passi indietro in un rapporto di leale collaborazione con il nuovo socio”. Ma chi è questo nuovo socio, qual è il suo Know How in materia di rifiuti, quali i rapporti con il socio privato uscente?

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*