Valentino e Varasano (Pdl): “Troppe risorse per i premi ai dirigenti”

giunta pdl(umbriajournal.com) Perugia -La “casta degli intoccabili” cade sempre in piedi, dai Comuni alle Province, per finire alle Regioni ed al Governo i Dirigenti pubblici hanno sempre ragione, tirano le fila e la politica si adegua: “Dirigenti burattinai e la politica burattino”. Comandano loro perché una parte politica ha abdicato in  loro favore.  E mentre la Regione e i comuni si apprestano, con l’arrivo dell’autunno, ad aumentare tasse e tariffe, la casta dirigenziale non subisce i contraccolpi della crisi. Anzi, al contrario, portano a casa risultati su risultati ben compensati dall’amministrazione comunale di Perugia. Il PdL fino ad oggi ha portato avanti la battaglia sulla diminuzione del numero dei dirigenti e dei mini dirigenti, ma la battaglia non basta oggi dobbiamo scendere in guerra contro una casta ingiustamente privilegiata che non soffre la crisi vissuta dai comuni cittadini.

 

La pubblicazione delle retribuzioni di risultato dei dirigenti del comune di Perugia fa venire la pelle d’oca,  ricordiamo al Sindaco ancora una volta che nell’elenco figurano soggetti già condannati in via definitiva dalla Corte dei Conti, come è possibile premiare soggetti condannati? E mentre il Comune tende a stringere la cinghia, non mancando mai di lamentarsi contro il taglio dei trasferimenti dal centro alla periferia, mentre si fatica perfino a trovare risorse per servizi essenziali quali gli asili nido e le scuole materne, mentre le strade della città continuano ad essere disseminate di buche, mentre molte attività – anche storiche – chiudono, mentre i perugini combattono ogni giorno contro le difficoltà imposte dalla crisi economica, l’Amministrazione continua ad impiegare ingenti risorse per i premi ai dirigenti e ai minidirigenti.
Come riportato anche da alcuni organi di informazione, i premi vanno dai mille ai 38 mila euro – per un totale di oltre 250mila euro – e si sommano ai già lauti stipendi. Può il Comune, in questo momento storico, permettersi di impiegare così tante risorse per i premi ai dirigenti? Il loro peso e le loro responsabilità giustificano effettivamente simili cifre? È ora di dire basta. Un’amministrazione che non fa altro che lamentarsi dei tagli e delle difficoltà finanziarie non può continuare a destinare tante risorse per i premi ai dirigenti e ai minidirigenti.Le priorità sono altre, a cominciare dai servizi essenziali.Questi signori della sinistra non hanno ancora capito che il popolo è
stanco. Il popolo vuole meno tasse, meno burocrazia, meno dirigenti strapagati e meno burocrati.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*