Valdichienti-Quadrilatero, Galgano (SC): “Bene aperture ma in Umbria c’è ancora molto da fare”

Terremoto, Galgano (CI): no tax area nei Comuni colpiti

Valdichienti-Quadrilatero, Galgano (SC): “Bene aperture ma in Umbria c’è ancora molto da fare”

“Bene l’apertura della statale 77 Valdichienti e l’inaugurazione del nuovo tratto della Quadrilatero, entrambe oggetto di mie numerose interrogazioni in cui ho chiesto al Governo di velocizzare i lavori e di arrivare al taglio del nastro entro il mese di luglio. Due arterie che permetteranno all’Umbria di rompere, in parte, l’isolamento verso le Marche facilitando i collegamenti con l’Adriatico”. A dirlo, nel giorno del taglio del nastro dei due tratti stradali, la deputata del gruppo di Scelta Civica, Adriana Galgano che torna, però, a sottolineare come “lo stato complessivo del sistema infrastrutturale rimanga comunque critico e dunque è necessario che il Governo riservi un’attenzione particolare all’Umbria. Una regione, la nostra, che ha un indice di connettività molto basso: per una seria ripresa dell’economia è indispensabile innalzarlo. Per farlo bisogna agire sul fronte degli investimenti”.

“Parlando delle ferrovie, ad esempio, resta da terminare il raddoppio del tratto Spoleto-Campello di appena dieci chilometri, i cui lavori sono in corso da diciassette anni. Quella tratta è responsabile di una buona parte dei ritardi.  Va inoltre  assolutamente iniziato quello del tratto Spoleto-Terni per cui bisogna trovare le risorse. Due interventi fondamentali per agganciare l’Umbria all’Alta velocità passando per Perugia  – evidenzia Galgano – Ancora, va rimessa in sicurezza e riqualificata anche la rete della ex Ferrovia centrale umbra che costituisce il collegamento interno più utilizzato dai pendolari locali. In questo quadro, poi, è evidente il valore strategico dell’aeroporto San Francesco d’Assisi sul quale si deve puntare per dare una spinta seria a turismo ed economia regionale”.

“Bene, quindi, i passi avanti compiuti sul fronte delle infrastrutture viarie ma per far uscire davvero l’Umbria dall’isolamento, c’è ancora molto da fare”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*