Una politica nuova per una nuova Perugia

Il Movimento Popolare di Mediazione, con la sua partecipazione alla vita sociale perugina, intende mettere in discussione e dimostrare i limiti ed il fallimento della politica fatta, fino ad ora, da qualunque partito che si è alternato alla guida della nostra comunità . La nostra Perugia ha bisogno di una nuova prospettiva di intervento che metta in primo piano la collettività e che consideri il cittadino soggetto primo e unico su cui basare le proprie scelte amministrative.

Le direttive dei partiti devono farsi da parte per lasciare il posto ad una amministrazione capace di rispondere alle aspettative ed ai bisogni della società, in un momento particolare della nostra economia che, purtroppo, vede sempre di più aumentare la povertà in ragione della diminuzione del reddito per una produttività che stenta a riprendersi per mancanza di occupazione.

Il Movimento Popolare di Mediazione vuole mettere in atto un comportamento che significhi stare con la gente, prestare attenzione alle sue attese, alle contraddizioni, alle emozioni e alla capacità di stare alle regole di una buona convivenza, nel rispetto reciproco, quali individui con gli stessi diritti e doveri. Ascolto, interpretazione e risposte adeguate nei confronti di chi non ha voce, sono elementi essenziali da mettere in atto.

Caratteristiche, queste, perse a favore di interessi che nulla hanno a che vedere con un corretto modo di amministrare, il quale, nella maniera più assoluta, deve essere rivolto alle identità sociali e culturali dei soggetti da cui traggono origine le domande e quindi, le risposte che una corretta politica deve dare.

Il Movimento Popolare di Mediazione, a partire da queste premesse, intende, in concreto, pensare e realizzare un modo alternativo di amministrare la nostra Perugia, senza dover necessariamente essere indirizzato su strade predeterminate dai partiti che operano in questo momento, o che hanno operato in qualsiasi altro momento, nell’amministrazione del nostro Comune.

Il Movimento Popolare di Mediazione vuole mettere in atto una politica che non sia, come purtroppo sta avvenendo nel contesto di una pericolosa deviazione della stessa, una negazione e un rifiuto, trascinando inevitabilmente la società alle forme più evidenti di corruzione e di clientelismo negando, di fatto, la vera Democrazia e le sue regole costituzionali.

Un Movimento Popolare di Mediazione, in definitiva, che vuole mettere in pratica un confronto tra cittadini ed istituzioni, che sia capace di costruire regole condivise e partecipate, che consentano di prospettare azioni possibili e praticabili per il benessere di tutti.Una politica, quindi, che si traduca in una concreta progettazione nel futuro della comunità, che sia l’artefice di un cambiamento delle regole e di sviluppo delle istituzioni in relazione alle domande che si dovranno affrontare e soddisfare, nella prospettiva di un benessere fruibile dall’intera comunità della nostra città.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*