Umbria, ecco tutti i sindaci dei comuni sotto i 15.000 abitanti

schede-elettorali-azzurre-fotogramma-kYjD--672x351@IlSole24Ore-WebSono concluse le operazioni di spoglie per i comuni con meno di 15 mila abitanti questi sono i risultati definitivi.

Ed ecco la lista definitiva di tutti i comuni sotto i 15.000 abitanti con i candidati vincenti:

Acquasparta: eletto sindaco Roberto Romani (Governo per il futuro) con 1711 voti (62.76%) contro i 767 di Guido Morichetti (Lavoro cultura partecipazione, 28.13%) e Gioacchino Spezzi (Nuova forza per Acquasparta, 248, 9.09%).

Allerona:  sindaco Sauro Basili (Trasparenza e partecipazione) con 862 voti.

Alviano: il nuovo sindaco Giovanni Ciardo (lista civica Nuovi Orizzonti) con 607 voti (59.21%). Dietro Alfredo Santi (Alviano in movimento), che si arresta a 418 (40.78%).

Arrone:  eletto Loreto Fioretti (Democratici riformisti) con 953 voti pari al 57.16 per cento. Poi Enrico Cesani (Uniti e solidali per Arrone) con 491 voti e il 29.45%. Terzo Matteo Bartolini con 223 voti pari al 13.37%.

Baschi: sindaco Anacleto Bernardini (Progetto democratico) che ottiene 1.300 voti.

Campello sul Clitunno: Domizio Natali (Solidarietà e progresso) vince con 598 voti, pari al 41.01 per cento. A seguire Antonello Pallotta (Campello in movimento, 451 voti, 30.93%). Al terzo posto Antonio Montioni (Campello bene comune, 409 voti, 28.05%).

Cannara: sindaco Fabrizio Gareggia (Pd-Civica) con 938 voti, pari al 35.42%. Al secondo posto Tersilio Andreloli (Dignità e futuroo, 845 voti, 31.91%), al terzo posto Federica Trombettoni (Valore comune, 643 voti, 24.28%); ultimo Francesco Meloni (M5s, 222 voti, 8.38%).

Castel Ritaldi: Andrea Reali è sindaco con 866 voti, pari al 46.31 ha superato Daniele Cimarelli (Impegno comune, 848 voti, 45.34%) e Guendalina Colasanti (M5s, 156 voti, 8.34%).

Castel Viscardo: vince Daniele Longaroni (Trasparenza partecipazione responsabilità), che ottiene 1241 voti (64.50%) superando Enrico Patrizi (Passione civica, 683 voti, 35.49%).

Cerreto di Spoleto: Luciano Campana (Unione Valnerina) eletto sindaco con 573 voti.

Citerna: confermata Giuliana Falaschi (Democratici di progresso) con 869 voti, pari al 42.06%, battendo  Giuseppe Mauro Della Rina (Progetto comune, 831 voti, 40.22%) e Gianluca Cirignoni (Sicurezza efficienza decoro urbano, 366 voti, 17.71%).

Città della Pieve: Fausto Scricciolo (Pd – altri) è sindaco e ottiene 2.469 voti pari al 55.42%. Al secondo posto Maria Luisa Meo (Pieve di tutti, 1032 voti, 23.16%); al terzo posto Lorenzo Berna (C.della Pieve prima di tutto, 482 voti, 10.81%); al quarto posto Gioia Clavenzani (M5s, 472 voti, 10.59%).

Collazzone: vince Francesco Bennicelli (Territorio lavoro solidarietà) che ottiene 1.024 voti pari al 51.35 per cento. Al secondo posto Silvia Caponi (Union democratica Collazzone, 703 voti, 35.25%); al terzo posto Nadia Caponi (Cuori blu, 193 voti, 9.67%); al quarto posto Goffredo Pucci (Sicurezza giovani imprese, 74 voti, 3.71%).

Costacciaro: sindaco Andrea Capponi (Costacciaro per tutti) con 494 voti (61.8 per cento), che supera Federica Bicchielli (Impegno Comune, 305 voti e 38.2 per cento).

Fabro: eletto sindaco Maurizio Terzino, che ottiene 982 voti (61.22%) contro i 622 di Francesco Tiberi (Per Fabro, 38.77%).

Ferentillo: il nuovo sindaco è Paolo Silveri (Democrazia e partecipazione), che ottiene 689 voti (55.92%), superando Paolo Argenti (Responsabilmente Ferentillo, 370 voti, 30.03%) e Mauro Paci (Sicuramente insieme, 173 voti, 14.04%).

Ficulle: eletto sindaco Gian Luigi Maravalle (Cambiamenti), che ottiene 641 voti pari al 63.71 per cento. Si ferma al 36.28% Danilo Pietrini (Fare per Ficulle, 36.28%).

Fossato di Vico: Monia Ferracchiato (Fossato di Vico bene comune) eletta sindaco con 767 voti pari al 51.78 per cento. Lo sconfitto Attilio Codignoni (Fossato nel cuore) ha ottnuto 714 voti pari al 48.21 per cento.

Fratta Todina: Giuliana Bicchieraro (Democratici uniti) è sindaco con 670 voti pari al 56.44 per cento. Al secondo posto Cinzia Moriconi (Insieme per Fratta Todina, 411 voti, 34.62%); al terzo posto Pier Luigi Pancrazi (Progetto comune, 106 voti, 8.93%).

Giano dell’Umbria: Marcello Bioli (Insieme per Giano) nuovo sindaco con 671 voti e il 31.68%. Secondo Riccardo Petroni (Un solo fronte per Giano) con 541 voti e il 25.54%; terza Anna Clelia Moscatini (Rinascita per Giano, 438, 20.67%); quarto Jacopo Barbarito (Per Giano, 381 voti, 17.98%); quinto Matteo Mancini (Giano in fermento, 87 voti, 4.10%).

Gualdo Cattaneo: Andrea Pensi eletto sindaco, alla guida della lista Il Nostro Miglior Futuro: prende 2028 voti che equivalgono al 54.57%. Secondo Michele Antonini (Movimnto civico, 1.343 voti, 36.14%), terzo Enrico Cerquiglini (M5s, 345 voti, 9.28%).

Guardea: vince Giampiero Lattanzi (Per Guardea) con 720 voti e il 57.41%. Supera Andrea Basilici (Cittadini in comune) che si ferma a 534 voti per il 42.58%.

Lisciano Niccone: Gianluca Moscioni (Unità democratica riformista) è il nuovo sindaco con 250 voti pari al 74.18 per cento; al secondo posto Giovanni Zampi (Insieme per Lisciano, 75 voti, 22.25%); al terzo posto Maria Rita Galimberti (Lisciano Viva, 12 voti, 3.56%).

Lugnano in Teverina: vince Gianluca Filiberti (Uniti per unire) con 662 voti (64.58 per cento). Supera Eleonora Ruco (Obiettivo Comune) che si ferma al 35 .41 (363 voti).

Magione: Giacomo Chiodini (Magione Viva) è il nuovo sindaco con 4.177 voti pari al 51.79%. Al secondo posto Paolo Baldassarri (Progetto Magione, 3.187 voti, 33.52%), al terzo posto Roberto Passerini (M5s, 701 voti, 8.09%).

Massa Martana: vince Maria Pia Bruscolotti (Capacità e futuro) con 1.539 voti, pari al 66.76 per cento. Supera Giuseppe Giovannelli (Uniti per Massa, 766 voti, 33.23%).

Montecastello di Vibio: Daniela Brugnossi è sindaco con 573 voti e il 54.67%; alla guida della lista Nuova Energia ha superato Diego Mazzocchini (Unione democratica, 475 voti, 45.32 per cento).

Montecchio: eletto sindaco Federico Gori (Montecchio Oltre) con 746 voti pari a 68.44%. Supera Mario Canneori, che si ferma a 344 voti pari al 31.55%.

Montefalco: eletta sindaco Donatella Tesei (M Gruppo Montefalco) con 2.122 voti e il 62.79%. Secondo Alessandro Broccatelli (1.099, 32.52%), terzo Gianluca Pandolfi Elmi (M5S, 158 voti e 4.67%).

Montefranco: vince Rachele Taccalozzi (Montefranco domani) che ottiene 449 voti (54.68%). Batte Paolo Guarnieri, (Tradizione e futuro) che ottiene 372 voti, pari al 45.31%).

Montegabbione: eletto sindaco Fabio Roncella (Futuro comune) con 364 voti (50.90%), che supera Fabio Ferraldeschi (Storia e futuro, 351 voti, 49.09%).

Monteleone d’Orvieto: Angelo La Rocca (Progetto) è sindaco con 516 voti (53.36%). Supera Carlo Polidori (Avanti insieme, 451 voti, 46.63%).

Montone: Mirco Rinaldi è il nuovo primo cittadino con 812 voti, pari all’84.05 per cento. Al secondo posto Andrea Pecorini (Polo per Montone) con 92 voti (9.52%), al terzo Andrea Grassini (Comunisti italiani, 62 voti, 6.41%).

Norcia: Nicola Alemanno vince con 1.106 voti pari al 38.19 per cento: alla guida della ista Rispetto per Norcia ha superato Gian Paolo Stefanelli (Norcia nel cuore, 1.082 voti, 37.36%) e Francesco Filippi (Cambiare insieme il futuro, 708 voti, 24.44%).

Otricoli: eletto sindaco Domenico Gregori (Fare per Otricoli) con 1035 voti).

Paciano: eletto sindaco Riccardo Bardelli (Progetto comune per Paciano) che ottiene 340 voti (57.72%). Supera Alfonso Del Buono (Insieme per cambiare il futuro, 129 voti, 21.90%) e Fausto Santiccioli (Paciano democratica, 120 voti, 20.37%).

Panicale: Giulio Cherubini (Pd-Prc) vince con 1.752 voti pari al 55.81 per cento. Al secondo posto Stefano Gallo (Uniti per Panicale, 793 voti, 25.26%); al terzo posto Valerio Spanu (M5s, 347 voti, 11.05%); al quarto posto Leonardo Ranieri Triulzi (Panicale con Sgarbi, 247 voti, 7.86%).

Penna in Teverina: il nuovo sindaco è Stefano Paoluzzi: ha ottenuto 576 voti alla guida della lista civica Progetto Penna.

Piegaro: Roberto Ferricelli (Pd – civica) è il nuovo sindaco con 1.000 voti (47.23%). Al secondo posto Augusto Peltristo (Civicamenteadesso, 880 voti, 41.56%); al terzo posto Stelvio Olivi (M5s) con 237 voti e l’11.19%.

Pietralunga: eletto sindaco Mirko Ceci (Per Pietralunga). Ottiene 862 voti pari al 63.1 per cento.

Poggiodomo: Egildo Spada, candidato unico per la lista “Uniti per Poggiodomo”, è il nuovo primo cittadino. E’ stato eletto con 80 preferenze.

Polino: Remigio Venanzi eletto sindaco con 103 voti (54.49). Supera Ortenzio Matteucci (86 voti, 45.50%).

Porano: Giorgio Cocco eletto sindaco con 555 voti, pari al 44.612 per cento. Al secondo posto Giuseppe Olimpieri (Per Porano) con 433 voti (34.80), al terzo Luigi Rotella (Porano bene comune) con 256 voti e il 20.57%.

Preci: Pietro Bellini è il nuovo sindaco con 320 voti (60.49%). Supera Massimo Messi, fermo a 209 voti, 39.50%.

San Gemini: Leonardo Grimani (Uniti per San Gemini) nuovo sindaco con 1.558 voti. Per Gianni Medei (Obiettivo comune) 1.354 voti pari al 46.49%.

San Giustino: Paolo Fratini è il nuovo sindaco: ha ottenuto 3.708 voti pari al 57.31 per cento alla guida della lista San Giustino domani; al secondo posto Pierluigi Leonardi (Cittadini per cambiare San Giustino, 1.752 voti, 27.07%); al terzo posto Andrea Taddei (M5s, 721 voti, 11.14%); al quarto posto Giovanna Bicchi (Forza Italia – Udc, 289 voti, 4.46%).

Sant’Anatolia di Narco: Tullio Fibraroli (Uniti per Sant’Anatolia) è sindaco con 294 voti pari all’89.36 per cento. Supera Gian Luca Valeriani (Rinnoviamo Sant’Anatolia) che ottiene 35 voti pari al 10.63%.

San Venanzo: Marsilio Marinelli vince (centro sin. – San Venanzo Adesso) con 1.187 voti (83.7 per cento). Supera Riccardo Nucci della lista civica San Venanzo Viva che si ferma a 231 voti (16.29 per cento).

Scheggia e Pascelupo: eletto sindaco Fabio Vergari (Progetto comune) con 549 voti, pari al 63.24 per cento; supera Mauro Panico (Territorio innovazione rinascita) che ottiene 319 voti equivalenti al 36.75 per cento.

Scheggino: Paola Agabiti in Urbani eletta sindaco; con la lista Uniti per Scheggino ha ottenuto 223 voti pari al 71.47 per cento. Al secondo posto Domenico Santini (Impegno per il futuro, 86 voti, 27.56%), al terzo posto Stefano Marconi (Viva Scheggino, 3 voti, 0.96%).

Sellano: nuovo sindaco è Attilio Gubbiotti (Il risveglio) che ottiene 481 voti (59.23%) contro i 331 di Claudio Guerrini (Accordo per Sellano, 40.76%).

Sigillo: Riccardo Coletti è il nuovo sindaco, con la lista Il Sigillo Giusto: ha ottenuto 817 voti, equivalenti al 49.57%. Al secondo posto Chiara Spigarelli (Viviamo Sigillo, 606 voti, 36.77%); al terzo posto Giampiero Fugnanesi (Sigillo libera, 225 voti, 13.65%).

Spello: Moreno Landrini (Per Spello) è il nuovo sindaco con 3.084 voti. Al secondo posto Paola Cerchice (M5s, 999 voti), al terzo posto Luigi Marini (Insieme cambiamo Spello, 439 voti), al quarto posto Luana Sisani (La sinistra per Spello, 300 voti).

Stroncone: Alberto Falcini eletto sindaco con 1305 voti e il 45.24%. Alla guida della lista Insieme per cambiare ha superato Elisabetta Corbucci (Stroncone democratica, 1016, 35.22%) e Nicola Beranzoli (Stroncone protagonista, 563 voti e 19.52%).

Torgiano: Marcello Nasini è il nuovo sindaco: alla guida della lista Per Torgiano ottiene 2.683 voti, pari al 67.47 per cento. Al secondo posto Feliciano Martinelli (Torgiano bene comune, 1.042 voti, 26.20%); al terzo posto Gioia Primiano (M5s, 251 voti, 6.31%).

Tuoro sul Trasimeno: il nuovo sindaco è Patrizia Cerimonia (Tuoro bene comune) che ottiene 1.033 voti pari al 47.08%. Seconda Maria Elena Minciaroni (Noi gente di Tuoro) con 581 voti pari al 26.48%. Terzo Lorenzo Borgia (Tuoro nel cuore) con 580 voti pari al 26.43%.

Vallo di Nera: Agnese Benedetti eletta sindaco con 135 voti pari al 52.94 per cento. Supera Moira Chiacchierini (Insieme per il comune) che ottiene 120 voti pari al 47.05 per cento.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*