Umbria, Lega: siamo andati forte, ora staneremo magagne Marini

Candiani: e puntiamo alle comunali, Romizi dia scossa a Perugia

Stefano Candiani

“Dall’opposizione continueremo in congruenza rispetto al dettato elettorale: ci siamo presentati con Ricci e lavoreremo con Ricci nei prossimi mesi”. Ad assicurare l’unita’ dell’eterogenea coalizione di centrodestra all’opposizione e’ il senatore Stefano Candiani, commissario regionale umbro della Lega Nord, che questa mattina a Palazzo Cesaroni ha commentato il risultato elettorale del suo partito. “Raggiungere il 14% in Umbria non e’ frutto di una casualita’- dice con soddisfazione- ma di un lavoro fatto nei mesi passati e della voce di Salvini che e’ entrata forte nelle orecchie degli umbri, ridando alla gente la voglia di tornare a votare, anche a chi non andava da tempo”. Ora, la linea del Carroccio in Consiglio regionale sara’ quella di “non causare divisioni all’interno del centrodestra” che fino a questo momento e’ stato coeso; e “chi si riconosce all’interno del programma della Lega, per noi e’ bene accetto”. Candiani promette ai suoi elettori un’opposizione dura: “ci impegneremo per fare in modo che tutti i cittadini sappiano quali sono le magagne della giunta Marini”. E dato che, nonostante l’ottimo risultato messo a segno, “purtroppo l’Umbria rimarra’ per altri 5 anni sotto il governo della sinistra”, l’obiettivo della Lega ora si sposta sui Comuni, a partire da quelli che andranno al voto il prossimo anno. “Dare il voto a noi significa garantire quella ‘normalita” che pare ormai un miraggio in molte realta’ dell’Umbria- spiega Candiani- continueremo a puntare sul diritto di sicurezza, al lavoro, alla salute e al rispetto del cittadino prima di tutto il resto”. A proposito di amministrazioni comunali, non manca un monito al sindaco di Perugia Andrea Romizi, il primo nella storia del capoluogo umbro eletto tra le fila del centrodestra. Secondo la Lega, infatti, che l’anno scorso alle comunali non si era presentata, il voto che gli elettori hanno spostato da Forza Italia verso il partito di Salvini sarebbe un messaggio chiaro a Romizi: “La gente si aspetta delle politiche di destra ben visibili, non il governo del quotidiano nell’attesa che qualcosa cambi, la citta’ ha ancora bisogno di una scossa”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*