Umbria Film commission, scatta la ricerca degli operatori economici

Pubblicato l'avviso pubblico per l'affidamento delle attività

Perugia Futura, idee per la città, prossimo incontro il 18 marzo

Umbria Film commission, scatta la ricerca degli operatori economici. Ricercare idonei operatori economici da invitare alla procedura negoziata per l’affidamento delle attività di Film Commission della Regione Umbria, di supporto al Servizio regionale Turismo, Commercio e Sport. È con questa finalità che la Regione Umbria ha pubblicato l’avviso pubblico per la presentazione di manifestazioni di interesse. A renderlo noto è il vicepresidente della Giunta regionale e assessore al Turismo Fabio Paparelli.

“L’Umbria – sottolinea – si è già da tempo proposta sulla scena nazionale e internazionale come set ideale per film e serie televisive di grande successo, che hanno contribuito in maniera considerevole alla sua promozione. Basti pensare al successo e al ritorno in termini di flussi turistici della fiction ‘Don Matteo’, alla sua decima serie. In coerenza con gli indirizzi programmatici di questa legislatura, avvalorati dalla mozione approvata a larga maggioranza dal Consiglio regionale nel gennaio scorso, ci siamo impegnati nel rilancio di una Film Commission regionale ed è quanto stiamo attuando. Con questo atto – aggiunge – intendiamo promuovere e sostenere un processo stabile e virtuoso di attrazione di produzioni cinematografiche e televisive con l’obiettivo di diffondere sempre più e sempre meglio l’immagine dell’Umbria anche e come opportunità di crescita culturale ed economica”.

“Mettiamo così a coerenza quanto la Regione ha fatto in questi ultimi anni – dice Paparelli – a supporto di film e sceneggiati tv girati nella nostra bella Umbria. Scelta tra l’altro quest’anno, oltre che per le vicende di Don Matteo, per la realizzazione di film quali quello sugli ultimi anni di vita di San Francesco con l’attore Elio Germano e su Manfredi ‘In arte Nino’ girato tra Terni e Narni passando per Amelia, Avigliano Umbro e Carsulae”. Le attività a supporto degli uffici regionali competenti dovranno riguardare “tutto quanto è utile per sostenere le produzioni e nello stesso tempo valorizzare il territorio”.

Si va dall’accoglienza per fornire informazioni e sostegno nella ricerca della “location” più adeguata all’assistenza durante le riprese, dalle proposte di “location” alla predisposizione di una banca dati con foto e video. Previsti inoltre la gestione di un sito web dedicato, una banca dati degli operatori del settore in Umbria, la formazione e l’aggiornamento degli operatori della filiera, una “production guide” con i contatti con professionalità locali e società di servizi.

Tra le altre attività che dovranno essere svolte quelle di “site service” per agevolare le ospitalità e la sistemazione logistica e facilitare procedure amministrative e contatti con le istituzioni locali, ma anche l’individuazione di forme di sostegno economico alle produzioni e la promozione prima, durante e dopo le riprese, l’organizzazione di anteprime regionali e presentazioni in festival e rassegne internazionali, nazionali e regionali. “Viene richiesto – specifica il vicepresidente Paparelli – l’impegno formale e documentato ad attrarre in Umbria almeno tre produzioni cine-audiovisive ogni anno, di particolare interesse promozionale. L’Umbria deve essere sempre più protagonista, superando anche gli eccellenti risultati ottenuti ad esempio grazie a ‘La vita è bella’, diretto e interpretato da Roberto Benigni, vincitore di ben tre Premi Oscar, in parte girato negli ‘studios’ di Papigno. Per promuovere l’Umbria puntiamo molto sulla forza della rete e dei Festival; saremo presenti anche alla 73esima Mostra internazionale di arte cinematografica di Venezia che si aprirà il prossimo 31 agosto”.

Il termine per la presentazione delle domande per “manifestazione interesse partecipazione procedura affidamento del servizio di supporto al Servizio Turismo Commercio e Sport per le attività di Film Commission della Regione Umbria” è fissato alle ore 13 del 19 settembre 2016. L’avviso, con i requisiti di partecipazione e le altre informazioni nel dettaglio e la modulistica, è pubblicato su www.regione.umbria.it all’interno del profilo del committente della Regione Umbria, consultabile accedendo alla Sezione Amministrazione trasparente – Bandi di gara e contratti. Per consentire la massima pubblicità e favorire la più ampia concorrenza e possibilità di presentazione delle candidature, l’avviso in versione integrale è anche pubblicato nella piattaforma Anac (Autorità nazionale anticorruzione) e nella pagina “Servizio contratti pubblici” dell’omonimo sito (https://www.serviziocontrattipubblici.it/) gestito dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*