Umbertide festeggia la Patrona Madonna della Reggia

Polizia Provinciale no smatellamento
Marco Vincio Guasticchi

Il presidente della Provincia di Perugia, Marco Vinicio Guasticchi, in occasione della festa del patrono di Umbertide che si celebra oggi, ha voluto rimarcare l’impegno del parroco della Collegiata, don Pietro Vispi, nel valorizzare l’aspetto religioso e spirituale di questo appuntamento. Simbolo della festa è la Chiesa Collegiata, i cui lavori di restauro sono quasi giunti al termine. Per quest’anno la celebrazione religiosa concelebrata dal Vescovo si terrà a San Francesco, ma la Collegiata rimane il simbolo dell’8 settembre.

A dare nuovo splendore alla Chiesa simbolo di Umbertide, la “cattedrale” cittadina, è stata l’iniziativa del parroco, a cui il presidente Guasticchi tributa i meriti di questa iniziativa: “Umbertide è la mia città natale. La bellissima chiesa della Collegiata sarà pregevolmente ristrutturata con l’impegno encomiabile di don Pietro Vispi ed il contributo della comunità umbertidese.

Da umbertidese ringrazio don Pietro per tutto quello che ha fatto per la nostra città. Buon 8 settembre a tutti gli umbertidesi”.

A volere questa chiesa furono con grande determinazione i frattigiani dell’epoca dopo i fatti del 14 settembre del 1556 quando una bambina di sette anni, malformata a una gamba, mentre stava pregando davanti ad una cappella raffigurante la Madonna nei pressi del torrente Reggia, all’improvviso “si trovò libera e sana e camminò francamente”. Il miracolo fu attribuito alla Madonna della Reggia e provocò due grandissimi fatti storici: il cambio del patrono cittadino (da Sant’Erasmo alla Madonna della Reggia) e l’edificazione di un grande edificio sacro in suo onore.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*