Primi d'Italia

Ugl Polizia incontra a Perugia il sottosegretario Bocci Giampiero

bocci(UJ.com3.0) PERUGIA – Si è svolto nella tarda mattinata di oggi, lunedì 13 maggio 2013, l’incontro tra il Sottosegretario al Ministero degli Interni Giampiero Bocci, i Segretari Nazionali del sindacato Ugl Polizia di Stato dr. Filippo Girella e sig.ra Pamela Franco, alla presenza del Segretario Generale dell’UGL Umbria Enzo Gaudiosi. Stando alle parole del Segretario Girella, “il Sottosegretario si è dimostrato sensibile e molto disponibile ad un approfondimento delle tematiche. L’incontro è stato soddisfacente, e ci ha dato modo di esplicare esaustivamente le problematiche della sicurezza nazionale”.

A fianco a temi di interesse nazionale però, non poteva mancare un occhio di riguardo verso la Regione Umbria, ed in particolare l’Istituto per Sovrintendenti di Spoleto. “La scuola viene da sempre costantemente monitorata in quanto, sottolinea il Segretario Generale dell’Ugl Umbria Gaudiosi, per l’uso che se ne fa, i costi sono esorbitanti. Si parla di troppi euro all’anno di canone per una scuola di cui la Polizia non si serve più per reclutare nuovi ingressi. Da anni infatti, i concorsi di accesso all’interno della Polizia sono sospesi, eccetto quelli che partono direttamente dai tre anni di servizio militare”.

“Con il Sottosegretario, continua Gaudiosi, si è ragionato di un potenziamento e di un maggiore sfruttamento delle risorse della scuola, prevedendo ad esempio una localizzazione all’interno della struttura di vari corsi formativi periodici che le specialità della polizia svolgono durante ogni anno solare che andrebbero ad interessare la Stradale, Ferroviaria, Postale e Marittima. Non va inoltre sottovalutato il fattore dell’uguaglianza geografica: data la sua ubicazione, la scuola di Spoleto metterebbe partecipanti a concorsi e a corsi di formazione esattamente sullo stesso piano in un’ottica di spostamento, sia se provengano essi dalla Sicilia o dal Trentino”. Ancora, la Scuola è un’importante realtà per il tessuto umbro, sia a livello turistico che commerciale, nonché per il fattore sicurezza. Se infatti venisse portata avanti, come è stata la nostra proposta del Nucleo Prevenzione Crimine di Perugia, di inserire all’interno della Scuola di Spoleto anche un distaccamento del Reparto Mobile, si guadagnerebbe sicuramente in termini di ordine pubblico e di spesa pubblica. Ogni settimana agenti di Polizia sono costretti ad arrivare nella nostra Regione da Firenze, Senigallia e Roma, per garantire i normali servizi di ordine pubblico derivanti ad esempio da manifestazioni sportive, o proteste davanti all’azienda in crisi di turno, con conseguente notevole dispendio economico, nonché consumo di benzina ed usura di uomini e mezzi, con un palese spreco di risorse che potrebbero essere impiegate in modo alternativo.

Infine, nel corso dell’incontro, si è ragionato su un progetto politico importante anche se di non facile realizzazione e cioè di “miscelare” meglio il coordinamento dei Corpi di Polizia Locali e Forze di Polizia nazionali con la partecipazione attiva delle Guardie Particolari Giurate. Questo si tradurrebbe anche in una possibile uniformità di diritti ed obblighi contrattuali, nonché di persone giuridiche, ma anche ad una condivisione di sale operative, con conseguente maggiore controllo del territorio e maggiore efficienza ed efficacia nei servizi, con enormi risparmio di denaro pubblico visto che oggi molte volte i servizi si duplicano ad opera di Forze di Polizia che ancora oggi troppo poco dialogano tra loro.

“Siamo soddisfatti dell’incontro, chiude Gaudiosi, e speranzosi che si possa arrivare a soluzioni concrete per il miglioramento della sicurezza per tutti i cittadini”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*