Uffici postali a rischio chiusura, Giulietti (PD) interroga il Governo

Nomina Direttori Sanità, Giulietti: Innovazione, competenza e merito"

Giampiero GiuliettiL’on. Giampiero Giulietti ha presentato un’interrogazione alla Commissione trasporti, poste e telecomunicazioni della Camera dei Deputati per sollecitare il Governo a favorire un confronto tra Poste Italiane e i tanti piccoli Comuni umbri che rischiano la chiusura o la razionalizzazione del proprio ufficio postale, determinando così un grave disservizio per i cittadini e mettendo a repentaglio la sopravvivenza degli stessi centri storici.
“Lo scorso febbraio Poste Italiane ha inviato a molti Comuni umbri una nota relativa alla chiusura e alla razionalizzazione di alcuni uffici postali, questione che potrebbe causare notevoli disagi specie nelle realtà più piccole del territorio. – ha spiegato l’on. Giulietti – Dopo diversi incontri promossi anche da Anci Umbria, ad aprile Poste Italiane ha comunicato l’avvio di un ampio processo di dialogo con le istituzioni locali per l’analisi del dettaglio dei territori in relazione agli interventi di attuazione del piano di riorganizzazione, dal quale è emersa la volontà di conciliare le esigenze aziendali con le istanze delle singole comunità. A differenza di quanto stabilito ad aprile però, all’inizio di luglio Poste Italiane ha ribadito a numerosi piccoli Comuni umbri la decisione già comunicata a febbraio, senza che la tanto decantata concertazione abbia avuto luogo. L’atteggiamento tenuto da Poste Italiane non è condivisibile, pertanto invitiamo il Governo a sollecitare un confronto reale con le Istituzioni locali, in particolar modo con le piccole realtà che, a fronte di una eccessiva razionalizzazione, rischiano di vedersi mettere in discussione un servizio fondamentale per la sopravvivenza stessa dei piccoli centri storici”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*