Trapianti, Solinas: “Attivare convenzione con la Regione Marche”

Defr, Attilio Solinas, "Ho chiesto di inserire alcuni punti"
Attilio Solinas

Trapianti, Solinas: “Attivare convenzione con la Regione Marche”
Per Solinas sarebbe necessario “indirizzare gli organi dei donatori umbri al Centro trapianti di Ancona, per consentire ai nostri pazienti in lista d’attesa di vedere incrementata la possibilità di essere operati più rapidamente”.

“Esiste una grave situazione di criticità nella lista d’attesa per gli interventi di trapianto di fegato presso l’Ospedale di Ancona”. Lo rende noto, dopo aver incontrato “i professori Marco Vivarelli, direttore della Chirurgia dei Trapianti e Antonio Benedetti, direttore della Gastroenterologia dell’Università di Ancona” il presidente della Terza commissione dell’Assemblea legislativa dell’Umbria, Attilio Solinas, spiegando che “nell’ultimo periodo, le donazioni di organi si sono complessivamente ridotte di numero, interessando anche il Centro trapianti di Ancona, presso il quale sono in lista d’attesa almeno nove pazienti umbri con malattia di fegato molto grave, in alcuni casi complicata da scompenso e da cancro epatico primitivo.

Alcuni di questi pazienti sono in attesa dal dicembre 2014 e rischiano la ‘morte in lista d’attesa’ proprio per la carenza di organi donati”.

Solinas ricorda che “una risoluzione della Terza commissione, approvata all’unanimità dall’Assemblea legislativa poche settimane fa richiamava l’attenzione sul fatto che l’Umbria ha una convenzione pluriennale per i trapianti di fegato con l’Ospedale Umberto I° di Roma, che implica l’invio di tutti i fegati dei donatori umbri nel Lazio.

Inoltre, a quanto risulta dai dati dell’assessorato regionale alla Sanità e secondo la mia esperienza personale di epatologo, la grandissima maggioranza dei pazienti umbri con gravi patologie epatiche sono stati trapiantati, negli ultimi cinque anni, presso il Centro di Ancona”.

Per il consigliere regionale del Partito democratico sarebbe dunque “opportuno sollecitare l’assessorato regionale e il Centro di riferimento regionale per i trapianti d’organo ad intervenire in modo rapido ed efficace affinché si attivi immediatamente una convenzione con la Regione Marche, con la finalità di creare un percorso diagnostico terapeutico condiviso, in modo da indirizzare gli organi dei donatori umbri al Centro trapianti di Ancona e consentire ai nostri pazienti in lista d’attesa di vedere incrementata la possibilità di essere operati più rapidamente”.

Trapianti

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*