Tamburi: «La coerenza è l’unico mezzo possibile!»

Il riscatto ed il progresso della nostra Democrazia, può avvenire solamente attraverso la costituzione di Comitati Civici apartitici ed apolitici

Posto fisso Polizia Fontivegge, Perugia:Social City” accoglie raccolta firme

Tamburi: «La coerenza è l’unico mezzo possibile!»

da Giampiero Tamburi
La coerenza è l’unico mezzo possibile! Sono i lupi e le iene della politica che si approfittano della nostra ingenuità o siamo noi che permettiamo ai lupi ed alle iene della politica di consumare i loro pasti perché ci fa comodo? Un vecchio adagio dice: “La verità sta nel mezzo!”

I partiti politici! Sono diventati solo il mezzo viatico che permette, a chi ne sa approfittate, di raggiungere la soddisfazione dei propri bisogni egoistici e delle proprie brame, sanando i propri appetiti.

Del resto gli elementi che caratterizzavano l’identità e le funzioni dei vecchi partiti che erano l’essere una comunità di persone e non la chiave per gli attuali avventurieri per scassinare la società; avere ed agire di conseguenza su una cultura politica di base ed un pensiero ben identificato e non, come è ora, un “abracadabra” per incantare la gente in un modo talmente efficiente da far invidia al più quotato dei maghi; ed, infine, la capacità di concretizzare un progetto di alleanze e di governo per una effettiva volontà del bene comune e non uno strumento egoistico per i propri interessi, capace di cambiare ad ogni stagione meteorologica, dicevo, non ci sono più, permettendo una degenerazione non della politica ma di chi la esprime diventando il nemico pubblico numero uno della collettività.

Tutti questi valori, purtroppo, sono venuti meno, creando un clima di confusione e di disorientamento che si esprime concretamente con la irreversibile e massiccia astensione dalle urne degli stessi elettori al momento necessario per il buon andamento della Democrazia.

In definitiva: gli attuali partiti si sono trasformati, senza possibilità di ritorno, in cartelli elettorali secondo la volontà del leader di turno.
È inevitabile, con questi presupposti, che si possa ridare credibilità e autorevolezza al prestigio dei partiti!
Da qui, molti di noi, sentono la necessità di impegnare il proprio tempo, il proprio danaro, la propria capacità intellettuale e fisica, per realizzare un nuovo progetto politico. Tanto è vero che mai, come in questi ultimi tempi, tra partiti e movimenti, ne sono nati una miriade dove però, molto spesso, quello che manca è la coerenza di comportamento tra quello che si ipotizza con quello che si mette in pratica.

Caschiamo nell’incoerenza perché i motivi ci spingono possono essere ed in effetti sono, molteplici: anche di meno nobili come; potere e visibilità personale; interessi privati da far diventare di interesse pubblico per poter realizzare quegli obbiettivi che in altro modo non potremmo realizzare, ecc ecc.

Quando poi ci illuminano quelli più nobili che, in definitiva si spera siano il motore dominante nella maggior parte dei casi, il discorso sostanzialmente cambia perché il “cuor di leone” che è in noi, deve percorrere delle strade dove ,chi già ne è il padrone, vorrebbe non vederci camminarci nessuno. Ed allora cosa si fa? Per farci accogliere chiniamo la testa e ci accodiamo a quel sistema che, per combatterlo, ci ha portato a creare quel famoso progetto politico che avrebbe dovuto servire a distruggere quello stesso sistema al quale abbiamo risposto “obbedisco”, entrando nella logica del serpente che si mangia dalla coda!

Di fatto la coerenza è l’unica possibilità che abbiamo per ridare alla società il motivo di credere di nuovo che la politica agisca per gli interessi di tutti, abbandonando, per questi obbiettivi, la logica inefficiente e viziata dei schieramenti, che siano di destra, di sinistra o di centro, i quali non possono essere ancora gli strumenti necessari per risollevarci da questa crisi, la quale non è solamente economica ma e soprattutto, intellettuale e sociale.

Come ho avuto nodo di dire in altre occasione, il riscatto ed il progresso della nostra Democrazia, può avvenire solamente attraverso la costituzione di Comitati Civici apartitici ed apolitici che portino concretamente a soluzione i problemi che toccano ognuno di noi, a prescindere dai movimenti o partiti politici che sono attualmente al potere o all’opposizione.

Tamburi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*