Sulle macro regioni Claudio Ricci chiede apertura riflessione in Assemblea legislativa

lasciare l'Umbria al baricentro istituzionale della prospettata macro Regione

Politica, Ricci: "Frattura politica troppo grave, ritorno alle elezioni regionali"

Sulle macro regioni Claudio Ricci chiede apertura riflessione in Assemblea legislativa

“Sulle macro Regioni occorre aprire una riflessione in Assemblea legislativa, con una seduta aperta a cittadini e componenti socio economiche e culturali dell’Umbria”. Claudio Ricci (portavoce centrodestra e liste civiche) ricorda di aver presentato (“da diverse settimane”), insieme ai consiglieri Emanuele Fiorini e Valerio Mancini (Lega Nord), Raffaele Nevi (Forza Italia), Marco Squarta (Fratelli d’Italia) e Sergio De Vincenzi (Ricci presidente) una mozione in cui veniva espressa “contrarietà alla macro Regione che prevedeva l’annessione dell’Umbria alla Toscana”. “Nella stessa mozione – commenta Ricci – si evidenziava, però, l’esigenza di una approfondita riflessione, senza escludere la possibilità di valutare la congiungente dei ‘due mari’ raccordando Toscana, Umbria, Marche e settori del Lazio, in modo da lasciare l’Umbria al baricentro istituzionale della prospettata macro Regione, traguardando per tali enti una futuro da “agenzie di raccordo fra Unione Europea e Stato”. Per Ricci, però, “la riflessione sulle future macro Regioni necessità di un coinvolgimento dei cittadini e delle categorie socio economiche e culturali dell’Umbria, nonché delle Assemblee Legislative: per questo – spiega – è opportuno che la mozione del centro destra e liste civiche sia discussa in tempi rapidi, allargando la partecipazione a tutte le principali componenti dell’Umbria. È un fatto così importante – conclude -, che probabilmente si determinerà nei prossimi 5/10 anni, e che necessita di una riflessione molto ampia”.

regioni

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*