STRADA E45 – CIRIGNONI (LEGA NORD): “RIMUOVERE I QUINTALI DI RIFIUTI NELLE PIAZZOLE”

E45(umbriajournal.com) CITTA’ DI CASTELLO – “La superstrada e45 nel tratto da Città di Castello-Cesena è in condizioni disastrose e si conferma la ‘strada della Vergogna’ a causa del degrado in cui versa l’infrastruttura nonostante gli infiniti lavori cui è sottoposta e che, ad oggi, su poco più di 100 km di carreggiata a quattro corsie ne interessano oltre 20. Il risultato è che un viaggio di andata e ritorno tra Umbria e Romagna si trasforma in un vero e proprio calvario nel degrado”. Così il capogruppo regionale della Lega Nord Gianluca Cirignoni, che lancia di nuovo l’allarme sulle condizioni dell’arteria stradale di grande comunicazione che attraversa l’Umbria da Nord a Sud. “Oltre alla cantierizzazione permanente di interi tratti della superstrada della vergogna – spiega l’esponente umbro del Carroccio, che a nostro avviso meriterebbe una seria ed approfondita inchiesta su come, a nostro giudizio, vengono dilapidati milioni e milioni di soldi pubblici, segnaliamo che la quasi totalità del resto del tracciato non interessato dai lavori è un continuo susseguirsi di buche e pericolosi avvallamenti con gallerie che pur oggetto di recentissimi lavori di straordinaria manutenzione non sono altro che grotte, umide e buie”.

Cirignoni prosegue poi nell’elencazione delle “incivili condizioni, documentate fotograficamente” in cui versano le piazzole di sosta nel tratto romagnolo tra Sarsina e Verghereto, ove i “numerosi cestini della spazzatura non sono svuotati periodicamente e quindi si sono formati delle vere e proprie ‘oasi di immondizia’ che attirano la fauna selvatica dai boschi vicini con gravi rischi per gli automobilisti. In particolare – sottolinea – versano in condizioni indecorose i due grandi parcheggi di Sarsina e Verghereto che, da soli, arrecano un danno enorme all’immagine dei nostri territori. A nostro avviso ricordando che per l’Umbria la superstrada E45 è la spina dorsale della viabilità e questo tratto costituisce la porta d’ingresso principale alla nostra regione, auspichiamo che gli enti locali e le regioni interessate dal passaggio facciano pressing su Anas affinché questo tratto della E45 torni ad essere degno di un paese civile”.

Il capogruppo del Carroccio umbro ribadisce poi “netta contrarietà” alla trasformazione in autostrada della “Orte-Ravenna” ritenendo che una soluzione possibile potrebbe essere quella trovata per la strada di grande comunicazione Firenze-Pisa- Livorno che è stata trasferita dall’Anas alla regione: “In questo caso l’Umbria potrebbe essere la destinataria occupandosi poi di manutenzione ordinaria e straordinaria”. Il consigliere Cirignoni invita infine l’amministratore unico di Anas spa “a chiedere pubblicamente scusa ai cittadini per le condizioni indecorose incivili in cui versa questo tratto della E45 e per i rischi cui sono sottoposti gli utenti della strada che quotidianamente la percorrono. A nostro avviso – aggiunge – è necessario che il direttore generale si adoperi in prima persona e con urgenza affinché vengano rimossi i quintali di immondizia presenti nelle piazzole di sosta, e si ritorni a svuotare periodicamente i bidoni: magari venga lui a raccogliere la spazzatura davanti alle telecamere, sarebbe davvero un bel gesto”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*