Sequestro Valle dei fuochi, Liberati, alba di un nuovo giorno nella Valnestore

Regione Umbria, spettatrice passiva e svogliata di un dramma collettivo

Sequestro Valle dei fuochi, Liberati, alba di un nuovo giorno

Sequestro Valle dei fuochi, Liberati, alba di un nuovo giorno nella Valnestore

Finalmente, dopo 30 anni, le comunità locali possono forse scorgere l’alba di un giorno nuovo. Sono infatti importanti le novità che giungono in questi minuti dalla Valnestore, con una nuova montagna di ceneri rinvenuta attorno alla vecchia centrale di Pietrafitta; soprattutto è fatto assai atteso e rilevantissimo il sequestro cautelativo di ben 255 ettari di terreni ordinato da parte della Procura di Perugia, dopo gli accertamenti del NOE dei Carabinieri cui tributiamo il nostro ringraziamento.

Sarebbe necessario valutare a questo punto il sinergismo di potenziamento, fenomeno ivi derivante dalla somma dei metalli pesanti dispersi all’epoca nelle matrici aria-suolo-acqua, fattori inquinanti che, uniti alle ceneri di carbone sepolte in modo affatto episodico nella valle, possono cagionare presumibili effetti negativi maggiori proprio in virtù delle molteplici cause di rischio per l’uomo, l’ambiente e la salute. Infatti la ricerca scientifica tipicamente indica come le conseguenze di una causa di danno possano –sempre più spesso- accrescersi per via dell’esposizione inconsapevole ad altri e diversi agenti tossici.

Per questi motivi sarebbe bene che gli organi di controllo, a partire da ASL, leggessero i dati ambientali e sanitari in loco anche alla luce di una riflessione che, lungi dall’essere eterodossa, è viceversa ben nota e riconosciuta nel mondo della medicina e della farmacologia, informando  dunque le popolazioni in modo esaustivo: bisogna comportarsi proprio in modo opposto rispetto al contegno tenuto -per decenni- dalla Regione Umbria, spettatrice passiva e svogliata di un dramma collettivo

 

Andrea Liberati e Maria Grazia Carbonari –M5S Regione Umbria

Valerio Spanu -M5S Comune di Panicale   Stelvio Olivi -M5S Comune di Piegaro

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*