Scuola: passa in commissione Regione piano offerta formativa

Hanno votato a favore i 3 consiglieri di maggioranza Solinas, Casciari-PD e Rometti-SeR, astenuti i 3 consiglieri di opposizione De Vincenzi-RP, Squarta-Fd'I e Carbonari-M5s

Scuola: passa in commissione Regione piano offerta formativa

La Terza commissione consiliare, presieduta da Attilio Solinas, ha approvato stamani a maggioranza il Piano dell’offerta formativa e della programmazione della rete scolastica per l’anno 2016-2017. Hanno votato a favore i 3 consiglieri di maggioranza Solinas, Casciari-PD e Rometti-SeR, astenuti i 3 consiglieri di opposizione De Vincenzi-RP, Squarta-Fd’I e Carbonari-M5s. Come da regolamento, ha prevalso il voto del presidente.

Per quanto riguarda il Piano dell’offerta formativa, parere favorevole all’attivazione del liceo musicale-coreutico sezione musicale nell’istituto “Italo Calvino” di Città della Pieve.

Giudicate ammissibili, previo parere dell’Ufficio scolastico regionale e quindi a partire dall’anno scolastico 2017-2018, le richieste del Convitto nazionale “Principe dei Napoli” di Assisi di attivare un corso di liceo scientifico internazionale con opzione lingua cinese, e quella del liceo scientifico-artistico-sportivo “Marconi” di Foligno per l’attivazione di un corso di liceo scientifico internazionale con opzione lingua inglese, sempre previo parere dell’Ufficio scolastico regionale e quindi a partire dall’anno scolastico 2017-2018.

Accolta la richiesta proveniente da Gubbio di spostamento dell’indirizzo Turismo dall’istituto industriale “Cassata” all’istituto tecnico-commerciale “Gattapone”.

Per la provincia di Terni confermati tutti gli indirizzi già avviati e soppressi quelli che non sono stati attivati pur essendo stati autorizzati in precedenza. Unico diniego, per motivi tecnici, riguarda la richiesta di attivazione dell’indirizzo Grafica e comunicazione presso l’Iss Casagrande-Cesi, in quanto scuola afferente al settore economico, mentre l’indirizzo richiesto fa parte del settore tecnologico, cui appartengono altre istituzioni scolastiche presenti nel Comune di Terni.

Per quanto riguarda la programmazione della rete scolastica, in provincia di Perugia accorpamento della sezione di Cascia del liceo scientifico “Marconi” di Foligno con l’Istituto Omnicomprensivo “Beato Simone Fidati” di Cascia e, per ciò che riguarda Terni, accorpate nei due istituti comprensivi di Narni Scalo e Narni centro tutte le scuole dell’infanzia e della primaria, anche di secondo grado, gravitanti nei due poli.

Parere favorevole anche per la diversa costituzione della Direzione didattica “San Giovanni”, con spostamento della scuola Infanzia e della “San Giovanni” di via XX Settembre nell’Istituto comprensivo “Benedetto Brin”, unificandole alla Montessori.

Congiuntamente alle modifiche riguardanti offerta formativa e programmazione, la Giunta ha anticipato alla commissione consiliare alcune importanti informazioni sull’edilizia scolastica e sul Piano triennale che verrà formalizzato nei prossimi giorni, insieme agli enti locali coinvolti: grazie a mutui trentennali con la Cassa depositi e prestiti, la Regione potrà effettuare lavori di edilizia scolastica per un ammontare di 19 milioni e 250mila euro, anche se il totale per le 127 domande giudicate ammissibili e quindi finanziabili era di oltre 60 milioni.

Previsti miglioramenti dal punto di vista sismico e della sicurezza su 32 scuole umbre e la possibilità, in base alle disponibilità concesse dal Ministero, di finanziare 2 nuove scuole: una prevista a Terni e l’altra a Corciano.

Scuola

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*