Scuola e Università: Gianluca Vacca e Andrea Liberati incontrano le scuole

La riforma Renzi non porterà ad una “buona scuola” secondo il Movimento 5 Stelle, che ritiene fondamentale affrontare questa tematica con tutti i protagonisti e in tutti i territori.

Per un ampio confronto, il portavoce M5S alla Camera Dei Deputati impegnato alla VII commissione cultura Gianluca Vacca e il candidato portavoce alla Presidenza dell’Umbria Andrea Liberati, parteciperanno domenica 26 aprile alle ore 17 presso l’hotel Sangallo di Perugia, all’incontro sul tema “Scuola e Università per il M5S “.

Si tratta di un momento di riflessione e dibattito aperto a tutti i soggetti del mondo scolastico e universitario: dai docenti precari e di ruolo, ai dirigenti scolastici, al personale amministrativo, agli studenti e alle famiglie.

Tutti sono chiamati a partecipare attivamente e a formulare proposte, avanzare critiche, suggerimenti e trovare soluzioni perché una scuola efficiente e funzionante è alla base dello sviluppo di una società moderna. Nel corso dell’incontro sia il portavoce alla commissione cultura Vacca che il candidato Liberati esporranno la posizione del Movimento nei confronti della riforma Renzi e illustreranno alcune proposte presentate.

“Piuttosto che una buona scuola –secondo il M5S- questa riforma rischia di far regredire la stessa ad una condizione feudale, con la divisione tra istituti di serie A e serie B”.

Il Movimentò ha elaborato una serie di proposte su alcuni punti fondamentali come il piano edilizio per scuole sicure, una soluzione per l’assunzione di 300 mila precari, ed ancora “no alle classi pollaio”, innovazione nella didattica e più finanziamenti per le scuole pubbliche. All’incontro interverranno i portavoce umbri alla Camera Tiziana Ciprini e Filippo Gallinella, il portavoce al Senato Stefano Lucidi, e l’europarlamentare Laura Agea. Il confronto vedrà la partecipazione dei candidati portavoce alla Regione Umbria per una discussione quanto più completa e proficua su una tematica importante come l’istruzione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*