“Scateneremo l’inferno”, la replica di Solinas a le “Foglie 2015” del Messaggero

Defr, Attilio Solinas, "Ho chiesto di inserire alcuni punti"
Attilio Solinas

“Il generale Massimo protagonista del film di Ridley Scott “il Gladiatore” nel quale pronuncia la celebre frase “al mio segnale scatenate l’inferno” che fa partire l’assalto all’orda barbarica, è un personaggio dell’epoca dell’imperatore romano Commodo che visse tra il 161 e il 192 dopo Cristo, quando la religione cristiana era già ampiamente diffusa anche a Roma. Quindi l’Inferno era già stato “inventato” da tempo!

Il mio amico e compagno di liceo Marco Brunacci, direttore del Messaggero Umbria, è stato sicuramente più bravo di me a scuola quindi è in grado di recepire la mia precisazione alle “Foglie” di oggi, relativa alla dichiarazione metaforica da me pronunciata ieri alla presentazione della lista PD per le regionali”. Questo è quello che replica il dottor Attilio Solinas, candidato alle Elezioni Regionali  su quanto riportato oggi, 15 aprile, su le “Foglie 2015” del Messaggero Umbria.

[box type=”shadow” align=”alignleft” ]Foglie 2015 (Il Messaggero Umbria del 15 aprile 2015)

Pd, la lista limousine è partita. Un candidato ha promesso ieri mattina: «Scateneremo l’inferno». Come noto, questa espressione fu una delle gaffes de Il gladiatore, in quanto di inferno si iniziò a parlare nel mondo molti anni dopo rispetto all’ambientazione del film, successivamente all’avvento del cristianesimo. Il povero Gladiatore non poteva sapere di cosa stava parlando.[/box]

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*