Sanità: nomine; Squarta (Fdi), spettacolo indegno maggioranza

Lo afferma il capogruppo regionale di Fratelli d'Italia

Per Marco Squarta: "La normale dialettica politica, le divergenze e le posizioni di principio deve ora lasciare spazio a quelle azioni costruttive che il nostro Paese ha dimostrato di saper mettere in campo nei momenti di maggiore difficoltà"
Per Marco Squarta: "La normale dialettica politica, le divergenze e le posizioni di principio deve ora lasciare spazio a quelle azioni costruttive che il nostro Paese ha dimostrato di saper mettere in campo nei momenti di maggiore difficoltà"

Sanità: nomine; Squarta (Fdi), spettacolo indegno maggioranza

“Stiamo assistendo ad uno spettacolo inedito e indegno, riguardo alle nomine dei direttori generali delle Asl, delle Aziende ospedaliere e delle direzioni regionali, in atto ormai da mesi.

Apprendiamo dai giornali che questo confronto ha portato a riunioni fiume in notturna e all’assenza della Giunta regionale dall’Aula”. Lo afferma il capogruppo regionale di Fratelli d’Italia, Marco Squarta, evidenziando che “tutto ciò avviene per il problema delle nomine, che determina liti e fratture all’interno del Partito democratico”.

Squarta rileva poi che “il Pd appare impegnato in un confronto tutto interno, che non interessa i cittadini umbri, preoccupati invece dei livelli di assistenza, delle liste di attesa, degli affitti pagati dalle Asl per le proprie sedi, delle famiglie con ragazzi autistici che vivono difficoltà quotidiane, dei punti nascita che vengono chiusi lasciando scoperti vari territori, dei farmaci antitumorali molto costosi che ancora non vengono acquistati dalle aziende ospedaliere.

E questi – conclude – sono solo alcuni esempi dei problemi che non vengono affrontati dalla maggioranza, troppo impegnata nella spartizione delle poltrone per occuparsi dei veri problemi degli umbri”.

CHI E’ MARCO SQUARTA

Nato a Perugia nel 1979, è avvocato e dipendente di una società di servizi. È portavoce provinciale di Fratelli d’Italia e membro della direzione nazionale del partito. Nel 2006 ha fatto parte del Co.Re.Com. dell’Umbria. È stato Vice Presidente provinciale di Azione Giovani, dirigente nazionale di Azione Giovani e vice coordinatore provinciale del PdL.

Sanità

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*