Nomine sanità, mozione centrodestra e liste civiche

I consiglieri del centrodestra e liste civiche osservano che “l'assessore con delega alla Sanità ha rassegnato le dimissioni per il metodo seguito e per la mancanza di un cambiamento sui criteri delle nomine dei direttori e dirigenti del sistema sanitario

Nomine sanità, mozione centrodestra e liste civiche
sala consiglio

Sanità: nomine; mozione centrodestra e liste civiche

“Discutere in Aula della crisi politica per verificare se esiste ancora una maggioranza oppure tornare alle elezioni”. È quanto chiedono in una mozione Claudio Ricci (portavoce centrodestra e liste civiche), Valerio Mancini, Emanuele Fiorini (Lega Nord), Raffaele Nevi (Forza Italia), Marco Squarta (Fratelli d’Italia) e Sergio De Vincenzi (Ricci presidente).

I consiglieri del centrodestra e liste civiche osservano che “l’assessore con delega alla Sanità ha rassegnato le dimissioni per il metodo seguito e per la mancanza di un cambiamento sui criteri delle nomine dei direttori e dirigenti del sistema sanitario.

Questo ha determinato una incertezza su un aspetto fondamentale per i servizi ai cittadini, che impiega l’80 per cento del bilancio della Regione Umbria, aprendo così una grave crisi politico istituzionale. Occorre, in tempi molto rapidi, assicurare un governo stabile ed efficace al comparto sanitario regionale e al governo complessivo della Regione.

È necessario – concludono i consiglieri di centrodestra e liste civiche – ricostituire immediatamente la funzionalità politico amministrativa della Regione, in particolare di un servizio pubblico essenziale come quello sanitario, anche dimettendosi, per favorire in tempi rapidi il ritorno alle elezioni regionali anticipate”.

Sanità

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*