Rilancio dell’Aeroporto e nuove strategie gestionali

Incentivare la stessa società Sase a stilare un piano di crescita

Rilancio dell’Aeroporto e nuove strategie gestionali

Rilancio dell’Aeroporto e nuove strategie gestionali

da Carlo Castori e Claudia Luciani (consiglieri comunali di Forza Italia)

I consiglieri comunali di Forza Italia, Carlo Castori e Claudia Luciani hanno depositato un Ordine del Giorno per promuovere il rilancio e il potenziamento dell’aeroporto di Perugia  “San Francesco di Assisi”. Ribadendo l’importanza strategica dello scalo umbro per l’economia  ed il turismo del territorio, con l’ordine del giorno i consiglieri hanno voluto sottolineare la necessità di una gestione maggiormente imprenditoriale dell’aeroporto.

Risulta essere di estrema importanza, in questa ottica, la scelta del nuovo Presidente della Sase S.p.A. al posto del dimissionario Fagotti, che aveva puntato il dito contro la mancanza di una programmazione unitaria tra le varie anime che compongono la società che gestisce il San Francesco. È auspicabile che la nuova presidenza vada individuata in una figura di caratura manageriale ed esperta nella gestione aziendale e che sia in grado di presentare e portare a termine un puntuale e organico piano di rilancio con l’individuazione di una strategia in grado di concentrare gli investimenti su obiettivi certi da perseguire.

Con l’ordine del giorno i consiglieri intendono altresì incentivare la stessa società Sase a stilare un piano di crescita concreto che porti ad un sempre maggior numero di passeggeri e di movimenti, dati che, secondo ASSAEROPORTI, nel solo mese di aprile (il dato di maggio non è ancora stato calcolato) hanno visto una drastica diminuzione. A tal fine è della massima urgenza attivarsi nel più breve tempo possibile per far si che l’Umbria non vanifichi quanto di buono è stato fatto negli anni precedenti, e senza che gli attori pubblici, tra cui il Comune di Perugia, debbano in futuro ripianare il bilancio dello scalo umbro.

                                                                                  

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*