Renzi al Capitini: così lo ha accolto la Lega Nord

Tutti hanno ribadito il secco “no” al referendum in programma il 4 dicembre

Renzi al Capitini: così lo ha accolto la Lega Nord

Renzi al Capitini: così lo ha accolto la Lega Nord. Nonostante il cambio di programma dell’ultimo minuto, la Lega Nord Umbria ha prontamente spostato la propria manifestazione dal centro di Perugia al centro congressi del Capitini. “Si può fuggire dalle contestazioni ma non dalle proprie responsabilità. Renzi non ci scappa” cosi hanno detto i membri del carroccio in rappresentanza del Comitato Per il no “Basta Renzi”. Muniti di bandiere, manifesti e megafono, la Lega ha fatto sentire la sua voce, mentre un Renzi, ancora una volta in fuga, cercava di sviare i contestatori e veniva scortato al centro congressi.

Presenti tra gli altri il senatore Lega Nord Stefano Candiani, i consiglieri regionali Emanuele Fiorini e Valerio Mancini, i referenti del “Basta Renzi”, Virginio Caparvi e Luca Briziarelli, Sandro Cretoni, consigliere comunale di Spoleto, oltre al consigliere comunale di Città di Castello, Riccardo Marchetti.

Tutti hanno ribadito il secco “no” al referendum in programma il 4 dicembre. “No” alla riforma costituzionale e alla legge elettorale, “no” alle politiche del Governo volute da Renzi. “Sono tutte manovre che non semplificano nulla, ma addirittura complicano alcune leggi ed alcuni passaggi” hanno detto il leghisti: “Come è possibile pensare che un sindaco riesca a fare allo stesso tempo il senatore? E’ impensabile. E così si toglie ai cittadini il diritto di eleggere i propri senatori. Inoltre non è vero che si riducono i costi della macchina politica. Sono solo bugie di Renzi. Non è possibile che a fare le riforme costituzionali sia un Governo che nessuno ha votato. Il 4 dicembre – concludono – voteremo tutti per mandarlo a casa”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*