Rendiconto generale dell’amministrazione della Regione Umbria, approvato

Fiorini, descritto come una favola ma ai cittadini non servono sogni

Esercizio finanziario 2015, approvato il rendiconto generale dell’amministrazione

Rendiconto generale dell’amministrazione della Regione Umbria, approvato L’Aula ha approvato, con 13 voti favorevoli e 7 contrari, il Rendiconto generale dell’amministrazione della Regione Umbria per l’esercizio finanziario 2015. Dopo le relazioni di maggioranza e di minoranza, sono intervenuti i capigruppo e, al termine, ha concluso il dibattito la presidente Catiuscia Marini, la quale ha rimarcato la bontà delle scelte politiche intraprese, oltre all’oculatezza gestionale, rispondendo alle critiche dei relatori di opposizione anche sulle questioni relative a Umbria Mobilità e Monteluce. Negli interventi dell’opposizione, Claudio Ricci ha rimarcato che “c’è ancora molto da fare in termini di tagli agli sprechi e alle inefficienze”, mentre il capogruppo della Lega, Emanuele Fiorini, ha detto che l’atto “è stato descritto come una favola ma ai cittadini non servono sogni, ma iniziative concrete”.

Prima del voto finale è stato approvato, con 18 voti favorevoli e 2 astensioni (M5s) anche un ordine del giorno presentato da Andrea Smacchi (PD) che impegna la Giunta a “promuovere nell’ambito della Conferenza Stato-Regioni la richiesta di un tavolo di confronto finalizzato a partecipare e modificare le attuali regole contabili con l’obiettivo di restituire una maggiore flessibilità negli investimenti agli enti locali”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*