REGOLAMENTO EDILIZIO. OK IN COMMISSIONE, IL TESTO VA ORA ALL’ESAME DEGLI OPERATORI DEL TERRITORIO

La Rocca di Castiglione del Lago
La Rocca di Castiglione del Lago

(umbriajournal.com by AKR) – CASTIGLIONE DEL LAGO – Nella seduta di ieri 25 febbraio, la Commissione Urbanistica del Comune di Castiglione del Lago ha esaminato la bozza del nuovo Regolamento Edilizio. «Martedì 4 marzo il testo sarà portato all’esame degli operatori tecnici e progettisti del territorio comunale – ha dichiarato Daniz Lodovichi, presidente della Commissione Urbanistica – sempre attenti alle dinamiche amministrative del territorio e prodighi di osservazioni e suggerimenti. Poi, dopo un ulteriore rapido passaggio in commissione, il testo potrà essere definitivamente approvato dal Consiglio comunale a fine marzo». «Nel merito occorre rimarcare – ha sottolineato Nicola Cittadini, assessore all’urbanistica – che l’ufficio urbanistica, coordinato dall’arch. Mauro Marinelli ed in piena sintonia con l’amministrazione comunale, che ha fortemente voluto l’aggiornamento di un regolamento “datato” e ultradecennale, ha elaborato un articolato che vuole caratterizzarsi per la semplificazione delle disposizioni normative, per la risoluzione di alcune distorsioni applicative del vecchio testo, per la particolare attenzione e sensibilità ecologica, per la previsione di seri incentivi alla rigenerazione urbana ed anche per la disciplina di dettaglio dell’istituto della monetizzazione».Carta dei Caratteri (centro Castiglione)

«Tutto il nuovo regolamento – ha aggiunto il sindaco Sergio Batino – è stato redatto in piena coerenza formale e sostanziale con i dettami del nuovo PRG, con la legislazione nazionale, e soprattutto regionale, di riferimento. In sostanza, un altro passo concreto per la modernizzazione di tutto l’impianto normativo comunale in materia, che consentirà una gestione più snella e meno burocratica del “quotidiano”, anche grazie alla recentissima attivazione del SUAPE interamente telematico. La disciplina normativa del Comune di Castiglione del Lago diventa ancora più sensibile ed attenta alla tutela ambientale e paesaggistica».

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*