Regionali Umbria, Ramona Furiani (PD), l’ora della responsabilità

In occasione dell’inaugurazione del Comitato Elettorale e di altri eventi a sostegno della Candidata Consigliere Regionale PD Ramona Furiani, è stato presentato il seguente documento e raccolte molte sottoscrizioni.
I primi dieci sottoscrittori sono (in ordine alfabetico): Balducci Francesco, Casagrande Moretti Mirko, Ceccomori Clotilde, Contini Danilo, De Tomaso Giuseppe, Di Pasquale Rita, Fatigoni Luisa, Moretti Federica, Pecci Erigo, Rossi Emanuele, Silvestri Gabriele.
Coloro che condividono i seguenti punti possono ancora sottoscrivere il documento, che rendiamo pubblico, e aiutarci a sostenere Ramona.

L’ora della responsabilità

Non sarebbe giusto darci degli ultimatum, ma tant’è. Con la candidatura di Ramona Furiani a consigliere regionale, abbiamo una scadenza importante.

Dobbiamo invertire il clima che si respira nel nostro territorio, che è esattamente l’opposto di quel soffio dinamico, di quella ventata d’aria fresca (per accedere al popolare), di cui ha bisogno la politica italiana, allo stesso modo in cui il Governo nazionale stà riconquistando un ruolo di rappresentanza europea e, perché no, mondiale.

Nelle condizioni che in questo momento viviamo, anche i giovani più promettenti, i valori aggiunti che la nostra politica deve lasciare in eredità alla società locale, rischiano la stagnazione, sacrificati sull’altare dello status quo. Figure indispensabili per traguardare il futuro, che potrebbero altrimenti essere bruciate da miseri interessi di cortile da notabili, di un tempo che fu ─ e che non è più, e mai più sarà.

È arrivato il momento della responsabilità, perché Ramona, è quella dei nostri giovani che ha davanti a sé la chance più grossa, più importante; spinta anche dai circoli renziani che hanno permesso a questo Partito di trasformarsi nel contenitore politico di tutti i democratici, riferimento europeo, e che hanno scelto lei per essere rappresentati in tutta l’Umbria.

Ma attenzione: non è una sua mera questione personale, bensì si tratta dell’occasione ─ imperdibile! ─ per permettere a questo nostro territorio di tornare a giocare un ruolo di primissimo piano nel quadro regionale. Un’occasione da non perdere, per dimostrare a tutta l’Umbria ciò che siamo e, soprattutto, ciò che vogliamo essere.

Perché davanti a noi ci sono due possibilità: ragionare secondo vecchie logiche d’interesse, lasciando spazio ai rancori, chiudendoci nelle zone ideologicamente confortevoli, e cercare il modo di screditare questa candidatura. Oppure sostenerla a testa bassa, impegnandoci perché quel respiro e quel rinnovamento a noi indispensabile ─ e di cui c’è soltanto da esserne orgogliosi, non solo per lei, ma per tutti noi ─ possa riuscire ad ottenere il migliore dei risultati possibili, garantendoci una rappresentanza locale in Regione che manca ormai da troppo tempo.

Noi ci prenderemo la responsabilità di aiutare Ramona, di sostenerla, di diffondere quel messaggio. Noi non ci prenderemo la responsabilità di remare contro a tutto questo, perché significherebbe remare contro al nostro territorio, fare un danno enorme alla nostra causa.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*