Regionali, Ricci: “I Sondaggi confermano che possiamo vincere”

sicurezza

Claudio Ricci (candidato presidente dell’Umbria) in vantaggio del 2% sul “livello di fiducia” (e voto potenziale) rispetto all’attuale governo regionale uscente (sondaggio Winpoll, su ampio campione statistico di telefonate). In generale sul voto al candidato Ricci, rispetto ai partiti, il vantaggio sale al 2.5% (questo potrebbe orientare gli incerti o convincerli ad andare al voto).

I partiti di coalizione del centro sinistra mantengono (ma il margine si sta riducendo) un vantaggio del fra il 3 e il 4%. Gli incerti sono il 30%; inoltre il 20% di chi ha votato l’attuale governo regionale “non è convinto di rivotarlo”.

Le elezioni regionali possono essere vinte dalla “coalizione per il cambiamento” (Forza Italia, Lega Nord, Fratelli d’Italia, Per l’Umbria Popolare, Cambiare in Umbria e Ricci Presidente) continuando a “confrontarci direttamente con le persone nei territori” (gli unici confronti che svolgerà Claudio Ricci saranno solo con i cittadini e le categorie socio economiche e culturali) e trasformando le elezioni in un referendum “si al cambiamento dell’attuale governo regionale”.

Il rilievo si è svolto dieci giorni fa (prima del cambio di candidato del movimento cinque stelle) e già il voto si sta “ulteriormente” polarizzando sui candidati presidenti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*