Referendum Costituzionale 2016, nasce il Comitato Perugia per il sì

L’obiettivo non è portare semplicemente consenso al nuovo testo costituzionale ma avviare un confronto dialettico con i cittadini perugini

Referendum Costituzionale 2016, nasce il Comitato Perugia per il sì

Giovedì 21 aprile, si è costituito il “Comitato Perugia per il SI”, primo comitato cittadino pronto a sostenere le ragioni del SI in occasione del referendum confermativo sulla riforma costituzionale appena varata dal governo. I fondatori, sei under 30 che, convinti dell’importanza del tema, hanno deciso di fare una precisa scelta di campo, sono: Francesco Sorci (Presidente), Giovanni Marcucci(Vicepresidente), Selim Ben Hamida, Leonardo Alunni, Valeriano Giambitto e Giacomo Freguellotti.

«L’obiettivo non è portare semplicemente consenso al nuovo testo costituzionale – scrivono i fondatori del comitato in una nota – ma avviare un confronto dialettico con i cittadini perugini rendendoli consapevoli del momento di svolta istituzionale che stiamo vivendo. Essere dunque protagonisti, e non solo comparse, di un momento storico che crea le basi per il futuro politico di un Paese che da troppo tempo attende una riforma dei suoi assetti istituzionali».

Con questo scopo i coordinatori del comitato hanno pensato di svolgere una serie di incontri preliminari per far conoscere la legge e presentarne i contenuti in maniera chiara ed oggettiva, lasciando a momenti successivi l’organizzazione di veri e propri eventi sul tema.

«La scelta di un iter quasi formativo non era scontata – puntualizzano i membri del comitato – ma esprime la chiara volontà di non svilire la riforma trattando il referendum come una mera campagna elettorale. Occorre prima capire, contestualizzare, e poi, solo allora, esporre ai cittadini le ragioni del SI.

Ragioni che verranno poi fatte valere in dibattiti aperti a cui, e questo è l’auspicio, si vorrebbe partecipassero soprattutto coloro che non sono ancora convinti della bontà della riforma».

«Passata la fase costitutiva il comitato, che si sta già attrezzando per predisporre le prime attività (è già attiva la pagina FB ufficiale), –conclude la nota – è ora in cerca di aderenti che sottoscrivano i principi di questa campagna. D’altra parte, se è pur vero che Ottobre, mese in cui sarà celebrato il referendum, appare ancora lontano, il lavoro da fare è invece molto e c’è bisogno dell’aiuto di tutti».

Referendum Costituzionale

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*