Realtà Popolare, Tamburi scrive una lettera aperta

Tamburi: "Realtà Popolare è ricca da un punto di vista intellettuale e morale"

Realtà Popolare
Realtà Popolare

Realtà Popolare, Tamburi scrive una lettera aperta

da Giampiero Tamburi
Ai Dirigenti, agli Iscritti ed ai Simpatizzanti di Realtà Popolare.
Miei cari amici, permettetemi di chiamarvi così anche se, purtroppo, molti di voi non ho avuto ancora l’occasione di conoscere personalmente, cosa di cui sono rammaricato e mi da molto da pensare ma, purtroppo, le circostanze sono queste, fintanto che non ci sarà la felice occasione di rimediare.

Ho avuto l’onore di diventare segretario del nostro Movimento da molto poco tempo e, mi dovete credere, sento sopra le mie spalle una responsabilità così enorme per le mie capacità che molto spesso dubito se sia stata la cosa giusta.

Questo è il tempo che ce lo dirà.

Ho creduto opportuno accettare l’onere e l’onore di essere utile a Realtà Popolare perché ho creduto a ciò che, con essa, potevamo realizzare per l’Italia.

Realtà Popolare è, come sappiamo bene, ricca da un punto di vista intellettuale e morale ed ancora più ricca di quelle idee che permetteranno un radicale cambiamento nella politica nazionale.

Ancora RP non è in grado di raccogliere intorno a se piazze gremite perché siamo un movimento nato da una precisa idea: essere un soggetto politico con dei principi e dei valori di crescita per la nostra Italia e non , come spesso sta accadendo, purtroppo, un qualcosa nato sull’onda della contestazione e del populismo con atteggiamenti demagogici che se anche momentaneamente possono raccogliere il consenso di gente arrabbiata, realizzano solo ulteriore caos in questo disgraziato panorama politico nazionale ed europeo.

Non possiamo e non vogliamo misurare la nostra forza politica dal numero degli iscritti, ne tanto meno da qualche “Guru” della scena politica nostrana, che ci possa fare da “testimonial” magari sui palcoscenici, attraverso una performance da attore consumato, per attirare l’attenzione solamente per una mera questione di forma, senza che ci sia una reale sostanza politica o, ancora peggio, per concretizzare atteggiamenti di razzismo e xenofobia che non possiamo minimamente condividere.

Queste sono le mie convinzioni su cosa e come RP possa e debba essere utile alla collettività.

Ma ora la cosa più impellente e necessaria, motivo primo di questa mia lettera, è di altra sostanza.

Come tutti noi sappiamo, il nostro Movimento è impegnato, in modo concreto, a partecipare alle prossime elezioni amministrative di primavera che si terranno in varie realtà, da Milano a Roma, come in altre città importanti oltre che in altre di minore rilevanza economica e politica ma non certo seconde a nessuno per l’aspetto sociale e culturale che, con tutti i diritti, rappresentano la nostra bella terra.

Siamo forti di intenti e di idee ma, dal punto di vista economico, non sufficientemente pronti ad affrontare le prossime sfide elettorali nelle quali sentiamo il dovere civico di partecipare.

Nel firmamento politico e amministrativo del nostro Paese c’è, troppo spesso, chi sottrae risorse, oltre che intellettuali anche economiche, alla collettività ma noi dobbiamo far vedere che siamo, anche su questo, in controtendenza, regalando un poco del nostro per crescere e dare vigore sociale e realizzare i nostri obbiettivi.

Su questa necessità il nostro Presidente Pasquale Buffardi ha predisposto adeguatamente il modo di poter concretizzare la partecipazione di chi vorrà impegnarsi con la propria volontà e le proprie possibilità un C/C presso le Poste Italiane.

Gli estremi sono:

c/c n° 001031523325; IBAN IT28W0760101600001031523325.

Un ringraziamento anticipato da parte mia, per questo impegno necessario, non può mancare e nasce spontaneo insieme ad un abbraccio fraterno per tutti voi.

Giampiero Tamburi

realtapopolare@segreterianazionale.eu

Realtà Popolare

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*